Salta la cessione di LV= a Bain Capital

“Lo confermo. Non appena verrà concordata la linea da seguire, intendo dimettermi dalla presidenza”.

Queste le parole del presidente del Liverpool Victoria Financial Services Limited (LV=) Alan Cook, quando è stato chiaro che i soci della mutua LV= avrebbero bocciato in assemblea la proposta di acquisizione della società di private equity Bain Capital di circa 623 milioni di euro.

A favore dell’operazione si è espresso il 69% dei soci, una percentuale inferiore al 75% richiesto per cambiare lo status mutualistico della compagnia.

Dopo il risultato della votazione è stato annunciato che il cda di LV= si sarebbe mosso velocemente per esplorare soluzioni alternative a beneficio sia dei membri che del personale. Infatti, i manager dovranno considerare se lo status mutualistico potrà essere mantenuto “su base autonoma senza rischi eccessivi per i membri, o attraverso una fusione con una più ampia organizzazione mutualistica”.

Lo stop dell’assemblea ha rilanciato l’interesse di un’altra mutua assicurativa inglese, Royal London, che ha già presentato una nuova proposta per avviare trattative esclusive con LV= per una fusione tra le due società.