Rassegna Stampa assicurativa 10 dicembre 2021

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Da Generali avevano sottolineato come fossero già allineanti alle indicazioni della Consob sulle corrette procedure da seguire per la presentazione della lista del consiglio di amministrazione. Ma alla fine qualche ritocco hanno deciso di farlo alla luce di quanto prospettato dalla Commissione e notato da MF-Milano Finanza (numero del 4 dicembre), in particolare sul ruolo del presidente nella messa a punto della lista. «Si è osservata nella prassi la scelta di attribuire un ruolo di coordinamento dell’intero processo al presidente del consiglio di amministrazione o ad altra figura a garanzia della trasparenza e obiettività dello stesso.
Come emerso nelle scorse settimane, particolare attenzione è andata alle alleanze commerciali in essere. «Nell’ambito del nuovo piano strategico al 2024», ha spiegato Orcel, «la banca varerà un modello di partnership semplificato, specialmente nel settore Danni, e prevede di ottenere una maggiore efficacia commerciale con l’assunzione di specialisti e di offrire una gamma di prodotti arricchita con una gamma completa di soluzioni».

Avvera, società del gruppo Credem specializzata nel finanziamento alle famiglie, ha sottoscritto un accordo con Banca Reale, l’istituto di credito di Reale Group.
  • Generali contro cyber risk
Generali ha avviato una collaborazione con Accenture e Vodafone Business. L’obiettivo è creare un’offerta di servizi di cyber insurance per supportare i clienti corporate e pmi nel riconoscere, rispondere e recuperare in maniera rapida minacce di cyber security. I nuovi servizi sono in linea con il piano strategico Generali 2021. In qualità di fornitore globale di sicurezza informatica, Accenture offrirà ai clienti di Generali valutazioni del rischio e fornirà risposte tempestive a eventuali incidenti informatici. Vodafone Business si focalizzerà sul mercato delle pmi, proponendo servizi di risposta agli incidenti a seguito di intrusioni e gestendo le relazioni contrattuali con i clienti. Europ Assistance, inoltre, fornirà coordinamento a livello globale e opererà in qualità di referente per i segmenti corporate e pmi.
  • Auto elettriche, italiani pronti
Cina, Svezia e Germania sono i tre paesi leader nella svolta elettrica della mobilità fra i dieci principali mercati automobilistici mondiali. Sono davanti a Regno Unito, Sud Corea e Stati Uniti, il gruppo degli «aspirants» e ancora più distanti da Giappone, Canada, Italia e India, il gruppo dei followers, quelli che inseguono. La Penisola, quindi, è penultima. I motivi sono diversi, ma perlomeno l’EY Electric Vehicle Country Readiness Index rilasciato ieri, ovvero l’indice di EY che analizza offerta, domanda e regolamentazione in vigore nei Paesi presi in esame, con l’obiettivo di fornire una panoramica circa l’effettiva maturità e l’essere preparati rispetto alla mobilità elettrica e sostenibile, mette in luce i punti in cui si può e si deve migliorare.

corsera

  • L’Italia degli anziani
La nostra recessione demografica ha toccato punte «inimmaginabili». Lo dicono le cifre dell’ultimo censimento permanente dell’Istat: nel 2020 per ogni bambino c’erano 5,1 anziani. Dieci anni fa, nel 2011, lo stesso rapporto era di uno a 3,8. Nel 1971 il rapporto era praticamente alla pari (1,1). Punte inimmaginabili destinate purtroppo a peggiorare: lo rende noto il presidente dell’Istat Giancarlo Blangiardo. «Si stima che nel 2021 il totale dei bambini nati scenderà sotto la quota dei 400 mila, arrivando a circa a 385 mila. Su una popolazione di 60 milioni di abitanti è davvero qualcosa che non si poteva immaginare».
  • Generali, Rebecchini (Mediobanca) lascia il comitato nomine. Entra Perotti (fondi)
La prima risposta delle Generali alla consultazione aperta da Consob circa le «liste del cda» c’è stata: la compagnia, che ha avviato l’iter per la presentazione di una lista da parte del board uscente per il rinnovo di aprile 2022 ha approvato ieri alcune modifiche della procedura «in linea con i contenuti del documento» Consob del 2 dicembre. Ma ieri c’è stato anche il passo indietro significativo dal comitato nomine (che istruisce la lista) di Clemente Rebecchini, top banker di Mediobanca (primo socio di Generali con il 13% più un 4% in prestito come diritto di voto). Rebecchini aveva già detto al board di voler lasciare il comitato per far spazio a un consigliere indipendente tratto dalla lista di minoranza di Assogestioni, cioè dei fondi che hanno il 40% di Generali. Al suo posto è entrato Roberto Perotti.
  • Accenture, cyber security con Vodafone e il Leone
Supportare i clienti corporate e Pmi nel rispondere alle minacce di cyber security. È questo l’obiettivo della collaborazione tra Accenture, Generali e Vodafone Business che comprende valutazioni dei rischi informatici, simulazioni di phishing e programmi di formazione.

  • Assicurativi, il lavoro agile sarà nel contratto

  • Il Parlamento migliora il risarcimento per le catastrofi naturali
L’impegno è di rendere le richieste di risarcimento più complete, tempestive e trasparenti. La gestione dei danni da siccità continua a sollevare interrogativi
  • Il costo del cambiamento climatico preoccupa gli assicuratori
L’ammontare del costo dei sinistri dovuti ad eventi naturali potrebbe quasi raddoppiare tra il 2020 e il 2050 rispetto al periodo 1989-2019. Il conto complessivo potrebbe arrivare a 143 miliardi di euro secondo uno studio della FFA

Handelsblatt

 

  • Gli assicuratori del credito tedeschi si aspettano più insolvenze aziendali nel 2022
L’anno prossimo, per la prima volta dal 2009, è probabile che le insolvenze delle imprese aumentino di nuovo. Secondo il GDV, la colpa è di un accumulo di rischi e di una forte pressione ad innovare. “Nel migliore dei casi ci aspettiamo 15.500 fallimenti, nel peggiore fino a 17.000”, ha detto giovedì Thomas Langen, presidente della commissione per l’assicurazione del credito dell’associazione tedesca delle assicurazioni (GDV) e manager dell’assicuratore del credito Atradius.