Generali, Accenture e Vodafone. Insieme per soluzioni di cyber insurance

Generali avvia una collaborazione con Accenture e Vodafone Business nella cyber insurance. In una nota congiunta si sottolinea che l’iniziativa punta a creare un’offerta di servizi di cyber insurance per supportare i clienti Corporate e Pmi nel riconoscere, rispondere e recuperare in maniera rapida ed efficace minacce di cyber security.

Sono comprese le valutazioni dei rischi informatici, simulazioni di phishing e programmi di formazione in modo da permettere ai clienti di Generali di aumentare la capacità di un rapido ripristino delle attività e di ridurre gli impatti per le loro organizzazioni e nei confronti di terzi.

I nuovi servizi – in linea con il piano strategico Generali 2021 – consentono di “consolidare l’ambizione di Generali di essere Partner di Vita dei propri clienti, rafforzano la posizione del gruppo nei segmenti Corporate e Pmi e mettono a disposizione prodotti modulari e servizi di prevenzione per il settore Danni”, si legge nella nota.

Dal canto suo, Accenture offrirà ai clienti di Generali valutazioni del rischio e fornirà risposte tempestive ad eventuali incidenti informatici.

Ai sottoscrittori delle assicurazioni cyber di Generali permetterà inoltre di accedere alla piattaforma Security Academy di Accenture, che offre programmi di apprendimento sulle minacce informatiche. Vodafone Business si focalizzerà invece sul mercato delle Pmi, offrendo servizi di risposta agli incidenti a seguito di intrusioni e gestendo le relazioni contrattuali con i clienti.  Grazie a un portafoglio completo di servizi per la sicurezza informatica a livello globale, le Pmi beneficeranno del supporto necessario attraverso una iniziale categorizzazione degli incidenti, attività di risposta agli attacchi e indagini approfondite sulla sicurezza.

Europ Assistance fornirà inoltre coordinamento a livello globale e opererà in qualità di referente per i segmenti Corporate e Pmi, garantendo costante e immediato supporto ai clienti per aiutarli a identificare gli incidenti informatici e ad attivare i servizi di risoluzione appropriati. Queste soluzioni saranno offerte a partire dal 2022 a livello globale. Si comincerà dall’Europa, consentendo la personalizzazione in base al mercato locale e alle preferenze dei clienti.