Francia: attacco cyber in corso al gruppo Adelaïde

Il gruppo francese Adelaïde è attualmente  bersaglio di un tentativo di attacco cyber. I suoi servizi informatici sono stati paralizzati e i suoi 2.200 dipendenti sono stati invitati a rimanere a casa.

Dall’inizio dell’anno scolastico, è il terzo gruppo di brokeraggio in Francia ad affrontare un tentativo di attacco cyber, secondo quanto riporta L’Argus.

Il gruppo Adelaïde, che possiede i broker Verlingue, Génération e Coverlife, è stato il bersaglio di un tentativo di attacco cyber da sabato 27 novembre, che è stato “rapidamente contenuto grazie ai sistemi di rilevamento e sicurezza”, dice Verlingue sul suo sito web senza specificare la natura dell’attacco.

Il gruppo ha detto di non essere a conoscenza di alcuna compromissione di dati e ha informato le autorità pubbliche. Come misura di sicurezza, tutti i sistemi informatici e i dati dei tre broker, che includono extranet e siti di assistenza clienti, sono stati interrotti e disconnessi “per le prossime 48 ore”. Ai 2.200 dipendenti dell’Adelaïde Group – di cui 1.100 per Verlingue – è stato chiesto di rimanere a casa.

Il piano di continuità aziendale della società è stato lanciato “con il supporto di esperti di cybersecurity” ed è dovuto alla natura specifica del gruppo Adelaïde, che comprende tre broker con attività molto diverse. Con un fatturato di 189 milioni di euro nel 2020, Verlingue è l’ottavo broker generalista del mercato francese, specializzato nei rischi aziendali. È il broker di property e casualty per le principali società francesi, tra cui Eiffage, Orpéa e Sodexo (flotte auto). Génération si occupa della gestione degli schemi sanitari e previdenziali di gruppo. L’anno scorso ha raggiunto un fatturato di 67,7 milioni di euro (+7%). Infine, Coverlife, presentata come l’insurtech del gruppo, opera con il marchio Cocoon nei regimi individuali di salute e previdenza con un fatturato di 14,4 milioni di euro.