Delfin quasi al 6% di Generali

di Francesca Gerosa
Leonardo Del Vecchio a un soffio dal 6% di Generali. La holding Delfin ha comprato 1,271 milioni di azioni della compagnia assicurativa triestina, portando la propria partecipazione al 5,96% (+0,08%). Così il patto di consultazione siglato tra il patron di Luxottica e Francesco Gaetano Caltagirone, in vista del rinnovo del cda del Leone la prossima primavera, a cui ha aderito anche la Fondazione Crt, sale al 14,52% del capitale. Una mossa che segue quelle emerse ieri da due internal dealing: sempre Del Vecchio ha acquistato 355.644 azioni Generali, pari allo 0,03% del capitale, mentre il costruttore romano ne ha comprate altre 350mila, incrementando la quota al 7,32% (+0,02%). A colpi di piccole operazioni Caltagirone ha rinsaldato la sua posizione di secondo azionista della compagnia, dietro a Mediobanca (12,82% del capitale). L’altro azionista rilevante, oltre al patron di Luxottica, è la famiglia Benetton con la holding Edizione (3,97%). Rastrellamenti di azioni Generali da parte dei due azionisti che per gli analisti continueranno in vista del rinnovo del board. A tutto vantaggio del titolo Generali in borsa (ieri +2,4% a quota 18,15 euro). (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf