AM Best mantiene l’outlook stabile sulla riassicurazione globale

L’aumento della domanda di protezione, il continuo slancio positivo dei prezzi e un ambiente di sottoscrizione disciplinato hanno fatto sì che l’agenzia di rating A.M. Best mantenga il suo outlook stabile sul settore riassicurativo globale.

L’ultimo rapporto sul mercato riassicurativo evidenzia alcuni fattori positivi e negativi per il settore mentre il nuovo anno si avvicina.

Alla base dell’outlook stabile vi sono sostanziali aumenti cumulativi dei tassi a seguito dell’aumento dell’inflazione dei costi dei sinistri, che, insieme a una maggiore disciplina, ha migliorato notevolmente le opportunità di sottoscrizione per la maggior parte dei riassicuratori.

E, con l’importante rinnovo riassicurativo del 1° gennaio 2022 che si avvicina rapidamente, AM Best ha detto che si aspetta che i miglioramenti dei prezzi persistano per la maggior parte dei rami, sia all’1/1 che oltre.

Tuttavia, l’agenzia di rating aggiunge che qualsiasi miglioramento sarà probabilmente ad un ritmo più lento rispetto agli anni precedenti, suggerendo una decelerazione dello slancio dei tassi.

Il 2021 è stato un altro anno attivo per le catastrofi e le perdite assicurate sono ancora una volta superiori alla media. Poiché l’attività catastrofale elevata continua a ostacolare i rendimenti, esacerbata dagli impatti dei tassi di interesse storicamente bassi, AM Best si aspetta che il settore rimanga concentrato sulla necessità di un tasso maggiore.

Inoltre, l’agenzia di rating nota l’influenza di diversi anni di preoccupazioni per l’inflazione sociale, che è servita a far salire i prezzi nelle linee casualty, e come questi stessi problemi possano “insinuarsi nelle linee property”.

Dato il livello di attività delle catastrofi di quest’anno, tra cui la tempesta invernale Uri nel 1° trimestre e il più recente uragano Ida e le inondazioni europee nel 3° trimestre, si prevede che le linee colpite dalle perdite assisteranno agli aumenti dei tassi più drammatici.

Tuttavia, AM Best avverte che alcune delle linee catastrofali potrebbero deludere dal punto di vista dei tassi, “dove la presenza di capitale alternativo continua a mettere in ombra i guadagni dei prezzi, in una certa misura”.

In definitiva, l’agenzia di rating non si aspetta che gli investitori in insurance-linked securities (ILS) si ritirino dallo spazio riassicurativo delle catastrofi naturali al 1° gennaio.

Oltre alle prospettive di prezzo favorevoli, AM Best nota una maggiore domanda di protezione riassicurativa come un altro fattore che guida le sue prospettive di segmento.

Secondo AM Best, mentre gli assicuratori primari cercano una performance più stabile e un’efficienza del capitale in un ambiente difficile e incerto, la domanda di riassicurazione ha continuato e continuerà a crescere, il che a sua volta sta avvantaggiando alcuni dei riassicuratori più piccoli.

Il rapporto cita anche numerosi fattori negativi nel segmento della riassicurazione. Si tratta di tassi d’interesse storicamente bassi sugli investimenti a reddito fisso, che nella maggior parte dei casi sono al di sotto dell’inflazione dei costi di perdita, e di uno sviluppo avverso delle riserve di perdita nei rami casualty a causa di un’inflazione sociale sostenuta.