USA: crollo dell’86% per i proventi netti da underwriting P&C

Il reddito netto di sottoscrizione del settore property & casualty negli USA è diminuito dell’86% a 600 milioni di dollari nei primi nove mesi dell’anno, rispetto al periodo corrispondente del 2019.

È quanto sostiene un report di AM Best che spiega come il 2020 sarebbe già stato un anno impegnativo senza pandemia, ma il Covid insieme alla stagione degli uragani particolarmente vivace è stato un mix micidiale che ha provocato un incremento annuo del loss adjustment expenses (LAE) pari al 2,3% a 328.4 miliardi di dollari.

A determinare il calo significativo del reddito da sottoscrizione ha contribuito anche l’aumento complessivo del 4,4% delle spese di underwriting a 131,4 miliardi di dollari. Il conbined ratio del settore è conseguentemente peggiorato a 98,7%, a fronte del 98% di un anno fa.