Ivass: nel I semestre le imprese hanno ricevuto 47.048 reclami (-5,3%)

Nel 1° semestre 2020 le imprese di assicurazione italiane ed estere operanti in Italia hanno
ricevuto dai consumatori 47.048 reclami, in diminuzione del 5,3% rispetto al 1° semestre dell’anno precedente. In particolare, le imprese italiane hanno ricevuto 41.161 reclami mentre quelle UE ne hanno ricevuti 5.887.

Il 44,2% dei reclami (20.788) ha interessato l’r.c. auto, il 36,8% (17.298) gli altri rami danni e il 19% (8.962) i rami vita.

Il 46% dei reclami ricevuti dalle imprese italiane riguarda l’r.c. auto e risulta in calo del 7.2% rispetto al 2019. Per le imprese estere, invece, il 51% dei reclami interessa i rami danni diversi dalla r.c.auto e in particolare: polizze salute, polizze viaggi, r.c. professionale.

reclami

Quanto agli esiti dei reclami, il 27,5% è stato accolto, l’8,7% è stato oggetto di transazione, il 51,8% respinto mentre Il restante 12% era in fase istruttoria alla fine del semestre.

Dall’analisi svolta su un significativo campione di imprese per capire l’impatto
dell’emergenza epidemiologica sui reclami e sulla loro gestione, è emerso che la
maggioranza delle imprese ha avviato il monitoraggio degli esposti collegati all’emergenza
sanitaria e si è attrezzata, sul piano organizzativo, per consentire l’operatività delle strutture da remoto e garantire continuità dei servizi e attenzione alle esigenze della clientela.

  1. All. 1 – Dati per singola impresa – tavola reclami / premi xlsm 44.6 KB
  2. All. 2.a – Dati per singola impresa con evidenza delle aree di attività – tavola reclami / contratti – Rami vita xlsm 39.2 KB
  3. All. 2.b – Dati per singola impresa con evidenza delle aree di attività – tavola reclami / contratti – Rami danni escl. r.c. auto xlsm 38.9 KB
  4. All. 2.c – Dati per singola impresa con evidenza delle aree di attività – tavola reclami / contratti – Ramo r.c. auto xlsm 34.9 KB