Generali crea joint venture con Accenture per la trasformazione digitale

di Mauro Romano
Generali e Accenture hanno costituito una joint-venture (Gosp-Group Operations Service Platform) per accelerare la strategia di innovazione e digitalizzazione del gruppo assicurativo attraverso il cloud e le piattaforme condivise. È la prima volta che nel mercato si registra un’operazione di questo tipo. Oltre a partecipare con una quota azionaria pari al 5%, Accenture metterà a disposizione della nuova società un team di 40 risorse dedicate, con know-how specifico di trasformazione, change management e innovazione e con un focus su cloud, intelligenza artificiale e big data. Mentre quelli di Generali, in tutto il mondo, saranno un migliaio. La joint venture ha lo scopo di realizzare progetti e soluzioni volti ad accelerare la digitalizzazione dei processi aziendali e l’adozione di un modello centrato sul Cloud, in grado di migliorare la collaborazione all’interno dei diversi ambiti del gruppo, come distribuzione (agenzia), direzionali (sistemi di portafoglio) e interni (sistemi di gestione), anche attraverso un’infrastruttura comune e un know-how condiviso. «Le innovazioni introdotte da Gosp, tra cui una governance più centralizzata, permetteranno di conseguire importanti risultati operativi ed economici per il gruppo, in particolare sinergie di costo e il miglioramento dei principali livelli di servizio, in linea con le aspettative digitali di clienti, agenti e dipendenti», promettono da Trieste.

«Grazie a questa partnership continuiamo a percorrere la strada tracciata dalla nostra strategia, consapevoli del cambiamento che la tecnologia può determinare nel settore assicurativo», ha commentato Frédéric de Courtois, general manager del gruppo Generali mentre Jean-Marc Ollagnier, ceo di Accenture Europe, ha aggiunto che «adottando un modello cloud-first, Generali sarà in grado di innovare rapidamente e su larga scala». Con Fabio Benasso, presidente e amministratore delegato di Accenture Italia, che ha annunciato che «la collaborazione con un grande player come il gruppo Generali ci consentirà di costruire un’eccellenza per l’intera industry, sia a livello nazionale che internazionale».

La nuova joint venture rappresenta una nuova modalità di governo della tecnologia, ha poi aggiunto Ottorino Passariello, head of group operations & processes del gruppo Generali: «Siamo orgogliosi di avviare una partnership unica, caratterizzata da una formula societaria innovativa nell’ambito dell’Information Technology e della trasformazione digitale, nel settore assicurativo. Saremo in grado di dare un ulteriore importante impulso allo sviluppo innovativo dei processi digitali delle reti agenziali e dei dipendenti di Generali, con indiscutibili benefici anche per i nostri clienti». (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf