Generali apre il suo canale podcast, al via Immagina Come

Generali Italia apre un canale podcast, una nuova modalità di comunicazione digitale per essere ancora più vicina alle persone rispondendo ai trend e alle nuove abitudini degli italiani. La prima stagione del podcast si intitola Immagina Come e racconta in quattro puntate le storie di persone e invenzioni che hanno semplificato la vita. Da Hedy Lamarr, l’attrice hollywoodiana che inventò il sistema di comunicazione alla base del wi-fi, a Fernando Corbatò, l’informatico che creò la password.

I temi delle puntate sono legati alle quattro aree di servizi della soluzione Immagina Adesso (vivere la casa, star bene, armonia nelle relazioni e animali) e la prima stagione è a cura di Semplice Come, la redazione social di Generali Italia che già da tre anni ha semplificato più di 200 argomenti con il supporto di esperti e del formato vodcast, che unisce immediatezza e fruibilità di video e podcast per offrire contenuti ancora più semplici. Attraverso il vodcast, in meno di due minuti, un tema complesso viene spiegato da una voce fuori campo. Proprio dall’esperienza maturata negli ultimi anni, la compagnia fa un ulteriore passo nel mondo dell’audio aprendo un canale podcast dedicato.

La voce di Immagina Come, invece, è quella di Rudy Bandiera, autore di libri su tecnologia, innovazione, creator, anchorman, docente e gamer e, recentemente, annoverato da LinkedIn come una delle Top Voices 2020, una selezione di 15 creatori di contenuti da seguire nel 2020 sulla più grande rete professionale al mondo.

Il podcast di Generali Italia è disponibile su: Spotify, Spreaker, Apple podcasts e Google podcasts.

Generali Italia è da anni è impegnata per rendere sempre più semplici le proprie comunicazioni. Dopo aver avviato nel 2017 il programma Semplifichiamo le parole, con l’obiettivo di rendere il proprio linguaggio immediato e comprensibile, nel 2019 ha ampliato e sviluppato l’iniziativa allineando le comunicazioni destinate ai clienti con gli standard del Linguaggio B1 e la certificazione di oltre 100 colleghi.

© Riproduzione riservata

Fonte: