EIOPA raccomanda una distribuzione di dividendi non superiore alle soglie di prudenza

L’ìEIOPA ha pubblicato il rapporto che fa luce sui rischi per la stabilità finanziaria nel settore assicurativo e pensionistico europeo.

Sebbene i mercati finanziari si siano gradualmente stabilizzati dopo il brusco calo iniziale dei prezzi degli attivi, i recenti nuovi blocchi nella maggior parte dei paesi europei innescati dalla seconda ondata di pandemia causano incertezza e rischi a medio termine per le economie. Inoltre, i potenziali effetti di cliff-edge potrebbero concretizzarsi una volta che le misure fiscali a sostegno delle economie si esauriranno. La profondità della recessione, la sua durata e il ritmo della ripresa dipendono dalla capacità di resistenza delle imprese e delle famiglie a questa difficile situazione, ma soprattutto dall’aspettativa concreta che vaccini efficaci siano a portata di mano. L’impatto sulla sottoscrizione degli assicuratori e sulla redditività complessiva richiederà un certo tempo per svilupparsi parallelamente al deterioramento del contesto macroeconomico. Tuttavia, gli sviluppi positivi dei vaccini e il potenziale allentamento delle tensioni geopolitiche aumentano le prospettive che il 2021 potrebbe essere un anno in cui le economie cominceranno a riprendersi.

Gli assicuratori europei sono stati in grado di resistere alla drammatica situazione poiché, in particolare, il regime Solvency II li ha aiutati ad allineare meglio il capitale al rischio, a costruire una maggiore resilienza e a migliorare le loro pratiche di gestione del rischio. Mentre i rischi che circondano le prospettive di crescita economica rimangono elevati, sembrano essere diventati meno pronunciati e ci sono i primi segnali che gli impatti a breve termine sulla posizione finanziaria degli assicuratori potrebbero essere catturati all’interno dei livelli di fiducia di Solvency II. Ciononostante, l’incertezza rimane elevata ed è fondamentale che gli assicuratori agiscano per preservare le loro posizioni patrimoniali in equilibrio con la tutela degli assicurati e dei beneficiari.

A questo proposito, l’EIOPA raccomanda vivamente agli assicuratori di mantenere un’estrema cautela e prudenza nella gestione del capitale. Eventuali distribuzioni di dividendi, riacquisti di azioni o remunerazioni variabili non dovrebbero superare le soglie della prudenza e le istituzioni dovrebbero garantire che la conseguente riduzione della quantità o della qualità dei loro fondi propri rimanga a livelli adeguati ai livelli di rischio attuali.

Le autorità di vigilanza dovrebbero garantire che la valutazione del fabbisogno complessivo di solvibilità da parte degli assicuratori sia lungimirante e tenga debitamente conto dell’attuale livello di incertezza sulla profondità, l’entità e la durata degli impatti di Covid-19 sui mercati finanziari e sull’economia, nonché delle ripercussioni di tale incertezza sui loro modelli di business e sulla solvibilità, la liquidità e la situazione finanziaria.

Eiopa