Nuova insurtech in Francia: Seyna ottiene l’autorizzazione per i rami danni

L’Insurtech francese Seyna ha ottenuto l’autorizzazione dell’Autorité de contrôle prudentiel et de résolution (ACPR) per le attività di assicurazione non vita. Una novità che non si vedeva da tempo in Francia. L’ultima compagnia autorizzata nei rami danni  è stata la mutua assicurazione motociclisti nel 1983.

La nuova compagnia di assicurazione prevede di distribuire i propri prodotti attraverso una rete di distribuzione specializzata. Nelle prossime settimane saranno disponibili sei prodotti:

Assicurazione di noleggio per studenti
Assicurazione in caso di mancato superamento degli esami (rimborso della ripetizione in caso di grave impedimento)
Assicurazione che proteggere le attrezzature dei lavoratori autonomi
Assicurazione dei biglietti (possibilità di rimborso senza alcuna prova)
Assicurazione affitto non pagato
Assicurazione per attrezzature sportive su richiesta
“Seyna si distingue per la sua capacità di co-creare con i suoi partner prodotti in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori in tempo reale”, afferma l’assicuratore.

Al fine di garantire la sua solvibilità, Seyna ha raccolto 14 milioni di euro in equity con il fondo Global Founders Capital come investitore principale, l’assicuratore Allianz France, Financière Saint James (family office del co-fondatore di vente-privée.com, Michaël Benabou) e una dozzina di business angels.
L’azienda, che conta una decina di dipendenti, è supportata da platform58, l’incubatore di La Banque Postale. Ha anche il sostegno della Federazione Francese delle Assicurazioni (FFA).


“La nostra ambizione è quella di supportare l’evoluzione delle esigenze dei consumatori offrendo loro prodotti semplici, utili e su misura grazie alla nostra conoscenza del mercato e alla nostra piattaforma tecnologica”, spiega Jean Nicolini, co-fondatore di Seyna.

L’azienda è stata fondata nel 2018 da tre persone: il direttore generale, Philippe Mangematinm, precedentemente impiegato presso Swiss Re (dove si occupava delle relazioni commerciali e tecniche con gli assicuratori del mercato francese e del monitoraggio di fintechs e assicurazioni), il vice direttore generale, Guillaume d’Audiffret,  ex investitore di Eurazeo e il direttore dei rischi, Jean Nicolini, ex assistente del capo del dipartimento Assicurazioni internazionali del CSPA.

Insurtech