Intesa Sp può decollare in Cina

Sì delle autorità all’attività di wealth management attraverso la controllata Yi Tsai
È il primo caso di una banca straniera nel paese asiatico
di Giacomo Berbenni

Intesa Sanpaolo è la prima banca straniera a svolgere attività di wealth management in Cina attraverso una propria società, Yi Tsai (Talento italiano). E questo grazie al via libera delle autorità locali della Fund Distribution License. Così la società, costituita nel 2016, può diventare pienamente operativa dopo la fase pilota svolta nell’area della città di Qingdao. Ca’ de Sass aveva firmato in marzo un memorandum di intesa con la municipalità di Qingdao per lo sviluppo della pilot zone.
Yi Tsai è interamente controllata da Intesa Sanpaolo e rappresenta il cuore della strategia per l’offerta di prodotti finanziari alla clientela di alto profilo del paese asiatico. È prevista una graduale espansione di questa iniziativa nelle altre province. La società, in accordo con la licenza ottenuta, distribuirà public funds e privately distributed funds, selezionati nell’offerta di Penghua (partecipata da Eurizon) e di società locali di asset management. L’attività di distribuzione sarà affidata alla rete di financial advisor di Yi Tsai, organizzata sulla base delle best practice di Intesa Sanpaolo.
Il risultato ottenuto è stato riconosciuto a Ca’ de Sass anche dalla Fondazione Italia Cina, che ha premiato il gruppo bancario nell’ambito dei China Awards 2019. Intesa Sanpaolo è stata insignita del premio «Via della seta: un riconoscimento a realtà italiane che si distinguono in particolar modo per il lungo e significativo percorso di crescita e sviluppo negli anni rispetto al mercato cinese».
«È motivo di soddisfazione affermarci come la prima banca straniera a poter sviluppare attività di wealth management in Cina grazie all’ottenimento della Fund Distribution License», ha sottolineato Carlo Messina, amministratore delegato di Intesa Sanpaolo. «Dopo l’avvio dell’operatività nell’area pilota di Qingdao ci concentreremo sull’espansione in altre province della Repubblica popolare con filiali dedicate e sullo sviluppo di un’offerta sempre più attrattiva per il mercato cinese, avvalendoci di partner di primario livello. Con questa iniziativa vogliamo offrire alla clientela ad alto profilo servizi di consulenza finanziaria a 360 gradi, finalizzati alla gestione e alla pianificazione del risparmio in ottica di lungo periodo, forti delle nostre competenze e della nostra credibilità riconosciuta dalle principali istituzioni finanziarie internazionali. Con Yi Tsai riteniamo di avere compiuto un passo significativo per lo sviluppo internazionale di Intesa Sanpaolo nel campo del wealth management».
Nel frattempo è stato assegnato a Intesa Sanpaolo il Gran Premio sviluppo sostenibile 2019, organizzato dal 2007 per promuovere la diffusione di cultura e pratiche di finanza green e sostenibile. Ca’ de Sass è risultato il gruppo finanziario che più sta contribuendo in Italia al raggiungimento dei Sustainable development goals dell’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile
© Riproduzione riservata

Fonte: