Findomestic: ok casa e auto, giù gli smartphone

Ci sono la casa e i beni durevoli al centro della spesa degli italiani. La categoria traina infatti i consumi nazionali per una spesa che si attesta intorno a 75 miliardi di euro, mentre il credito al consumo, in positivo da 8 anni (+3,9% nel 2019), ha un’incidenza crescente nei consumi di durevoli ed è percepito sempre più come un’opportunità per intraprendere progetti altrimenti irrealizzabili.
Secondo la 26esima edizione de L’Osservatorio dei Consumi Findomestic tre regioni (Veneto, Lombardia e Emilia-Romagna) trainano il paese e la ripresa dei consumi interni, seppur in attenuazione, riguarda una spese per rendere più comoda e bella la «dolce casa» ma anche a soddisfare le esigenze di mobilità, a due e quattro ruote, a costo di rinviare l’acquisto di un nuovo modello di smartphone. In un contesto di mercato condizionato dalla minore spinta innovativa dell’offerta e dall’attesa dell’avvento del 5G risulta, infatti, in calo dopo 10 anni di crescita la telefonia. L’indagine presentata ieri a Milano da Findomestic e realizzata in collaborazione con Prometeia vede un incremento delle compravendite di immobili, che supera il 6%, e della spesa per la casa grazie anche alla proroga degli incentivi fiscali. Per l’arredamento il 2019 è il sesto anno consecutivo di crescita (+2,1% in valore). Tra i fattori alla base dei consumi, anche per elettrodomestici, grandi e piccoli, è la sostanziale stabilità dei prezzi e l’incremento dell’online. «Trasversale a quasi tutti i comparti dell’aggregato Casa», ha spiegato Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio di Findomestic, «si osserva un rilevante contributo dell’online e un orientamento della domanda verso prodotti con migliori performance, di fascia premium e eco-sostenibili». Nel 2019 c’è stato un aumento della spesa per i veicoli (+4,6% in volumi, +6,1% in valore). Registrano una buona performance tutti i segmenti di mercato osservati (auto nuove, usate, camper, moto e biciclette a pedalata assistita), che beneficiano di condizioni favorevoli sia per quanto riguarda i redditi delle famiglie, sia per quanto riguarda i costi dei finanziamenti.
© Riproduzione riservata

Fonte: