Una partnership proattiva

ACCORDO AGENTI CATTOLICA

Intervista a Marco Lamola, direttore distribuzione e marketing del Gruppo Cattolica Assicurazioni 

Autore: Gigi Giudice
ASSINEWS 303 – dicembre  2018

Prima tappa il 24 ottobre a Verona, quindi Milano e Bologna. Altre sette le città toccate dal “tour”, concluso il 19 novembre a Firenze, della direzione distribuzione e marketing di Cattolica Assicurazioni.

Argomento: esporre e commentare i contenuti dell’Accordo “di Sistema”, che è il risultato di un confronto durato alcuni mesi tra i rappresentanti della Compagnia e i presidenti e i rispettivi team dei Gruppi Agenti che si riferiscono al Gruppo Cattolica.

Abbiamo intervistato Marco Lamola, direttore della distribuzione e del marketing di Cattolica Assicurazioni per avere i ragguagli sul percorso seguito nella trattativa e una sintesi sui punti qualificanti di tale Accordo. “Abbiamo sottoscritto in data 15 ottobre l’Accordo di Sistema che andrà in vigore dal gennaio 2019.

Per verificarne l’impatto immediato abbiamo pensato fosse utile, appena qualche giorno dopo la firma, andare a sentire le voci degli agenti in un “giro d’Italia” durato quasi un mese. Questo accordo è destinato a segnare un nuovo corso nelle relazioni industriali fra la Compagnia e gli Agenti. Da gennaio Compagnia e Agenti si misureranno sui contenuti di un testo unico per tutti. Un vantaggio effettivo.

Per arrivarci abbiamo lavorato a lungo, per diversi mesi, in riunioni con i presidenti, accompagnati sempre dai rispettivi team. Mi piace ricordare i nomi di Fabrizio Fabris, presidente del Gruppo Aziendale Agenti Cattolica, di Renato Sparti, del Gruppo Agenti UniOne, di Dino Battaglia del Gruppo Agenti Duomo, di Diego Milani, del Gruppo Agenti Assocap UniOne, di Roberto Zambelli, del Gruppo Agenti GA Fata.

CONTENUTO A PAGAMENTOIl contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILENon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati