Sentenza penale di condanna, sua efficacia di giudicato nel processo civile di risarcimento del danno

Ai sensi dell’art. 651 cod. proc. pen., la sentenza penale irrevocabile di condanna ha efficacia di giudicato nel processo civile di risarcimento del danno quanto all’accertamento:

  • della sussistenza del fatto
  • della sua illiceità penale
  • e all’affermazione che l’imputato lo ha commesso

con esclusione della colpevolezza, il cui esame è autonomamente demandato al giudice civile.

Detta sentenza non è, tuttavia, vincolante con riferimento alle valutazioni e qualificazioni giuridiche attinenti agli effetti civili della pronuncia, quali sono quelle che riguardano l’individuazione delle conseguenze dannose che possono dare luogo a fattispecie di danno risarcibile.

Risulta quindi fondata la censura concernente l’erronea statuizione della Corte territoriale che ha ritenuto che la sentenza penale spiegasse i suoi effetti nei rapporti fra le parti del giudizio e che fosse pienamente opponibile alla compagnia di assicurazioni senza alcuna possibilità per il giudice civile di rivalutare la colpevolezza e le qualificazioni giuridiche necessarie a statuire in ordine agli effetti civili della pronuncia.

Corte di Cassazione, sez. III Civile, 20 agosto 2018, n. 20786