RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 06/12/2018

logo_mf

I soci della merchant danno il via libera al nuovo accordo di consultazione. Il sindacato blinda il 19,8% e durerà fino al 31 dicembre 2021. Gli aderenti potranno comprare o vendere azioni in ogni momento, ma non avranno la facoltà di presentare una lista per il board
Gli addetti ai lavori lo definiscono come il tassello mancante per completare il quadro dei Pir, i Piani individuali di risparmio che, lanciati alla fine del 2016, si sono affermati lo scorso anno come uno degli strumenti più apprezzati dagli investitori, anche grazie agli sgravi fiscali riconosciuti a chi ne apre uno. In ballo c’è ora la proposta approvata dalla commissione Bilancio della Camera di inserire un vincolo aggiuntivo a investire il 3% del capitale raccolto in titoli non negoziati nei mercati regolamentati (come appunto l’Aim) o nei sistemi di negoziazione di pmi.
Generali cresce nell’asset management. La compagnia triestina ha rilevato CM Investment Solutions Limited da Bank of America Merrill Lynch. Leader riconosciuto nello sviluppo di strategie Ucits alternative, con una clientela internazionale e in forte crescita, CM Investment supporterà ulteriormente le capacità di offerta e di distribuzione di Generali  verso clienti e partner distributivi.

Il 44,4% degli italiani è spaventato dallo spread: è quanto emerge da un’indagine di Facile.it, secondo cui c’è il timore che l’andamento del differenziale Btp-Bund si ripercuota negativamente sull’economia familiare.
In arrivo 300 milioni di euro per la campagna assicurativa 2018 a valere sulla sottomisura produzioni vegetali 17.1 del programma di sviluppo rurale nazionale. Le domande di sostegno devono essere presentate entro il 1° luglio 2019. Le risorse mirano ad ampliare la diffusione di strumenti assicurativi al fine di incentivare una più efficace gestione dei rischi in agricoltura.
Il nuovo patto, più leggero e unicamente di consultazione, fra gli azionisti di Mediobanca riunirà il 19,82% del capitale e avrà efficacia da inizio 2019. Vi aderiscono UniCredit, Mediolanum, Schematrentatré, Fin.Prin, Fininvest, Gavio, Ferrero, Pecci, Angelini partecipazioni finanziarie, Sinpar, Mais partecipazioni stabili, Finprog Italia, Vittoria assicurazioni e Romano Minozzi. L’accordo è valido fino al 31 dicembre 2021 e si rinnova automaticamente per periodi di tre anni fra i partecipanti che non ne abbiano dato disdetta almeno tre mesi prima della scadenza.

 

Generali ha acquisito Cm Investment Solutions Limited (Cmisl) da Bank of America Merrill Lynch. La società supporterà ulteriormente le capacità di offerta e distribuzione del Leone verso clienti e partner distributivi. Negli ultimi dieci anni la ricerca di fonti decorrelate di rendimento assoluto positivo ha alimentato la propensione degli investitori per le classi di attivi non tradizionali. In linea con questo trend, gli asset investiti in strategie Ucits alternative hanno registrato un incremento significativo, passando da meno di 100 miliardi di euro nel 2008 a oltre 582 mld nell’agosto scorso, con una crescita di 2,5 volte negli ultimi quattro anni. Cm Investment Solutions sarà al 100% di proprietà di Generali Investments e continuerà ad avere sede a Londra, operando su scala globale.

Repubblica_logo

  • Dieci morti dall’inizio dell’anno la strage dei Tir con carichi pericolosi
Montirone, tra gli svincoli Brescia Sud e Brescia centro della A21, 2 gennaio. Borgo Panigale, raccordo di Bologna Casalecchio, 6 agosto. Fara in Sabina, via Salaria, 5 dicembre. Un’esplosione, una colonna di fumo nero e denso, il panico degli automobilisti, la corsa disperata dei soccorritori, le carcasse di auto e camion bruciati.
Morti (dieci dall’inizio dell’anno: sei a Brescia, due a Bologna e due ieri) e centinaia di feriti. Tre incidenti — all’inizio, a metà e alla fine di un tragico 2018 — un denominatore comune, la causa della strage: l’esplosione di un mezzo pesante per il trasporto di merci pericolose. Spesso, come ieri sulla Salaria, una cisterna di Gpl, una delle migliaia di bombe vaganti che ogni giorno percorrono le strade italiane.
Diecimila, secondo una stima che si ricava dai dati di Eurostat: quasi 3 milioni e mezzo di trasporti di materiali esplosivi o infiammabili ogni anno. Ma sono probabilmente di più, perché agli autocarri e ai Tir con targa italiana — 78mila quelli autorizzati — vanno aggiunti quelli stranieri che attraversano le Alpi per consegnare le loro merci nella penisola, o viceversa.

corsera

  • Mediobanca, sì al patto sul 20% del capitale. I soci non faranno liste
l nuovo patto di Mediobanca approvato ieri dai soci forti — un patto di consultazione e senza vincoli di voto né alla disponibilità delle azioni che identifica come stabile un pacchetto del 19,82% che ruota attorno a Unicredit e alle famiglie Doris e Benetton — rappresenta un «capovolgimento di un sistema storico», come spiega una fonte vicina al dossier. Non più il vecchio patto di sindacato, dunque, che bloccava la disponibilità dei titoli ma vincolava anche la banca a scelte esterne al suo consiglio di amministrazione — formula anacronistica per gli stessi soci ma soprattutto schema di governance avversato dal mercato e dalla vigilanza Bce — ma un accordo light che dà ai suoi componenti il diritto a essere informati dal management sull’andamento della banca dopo i conti semestrali e in vista dell’assemblea, nel rispetto della «parità informativa» con il mercato, nonché di presentare la lista per il collegio sindacale ma non più invece per il consiglio, dato che al rinnovo, nel 2020, la lista sarà una prerogativa del board uscente. Solo se il cda non presentasse la lista, il patto potrebbe presentarne una. L’indipendenza rinnovata di Mediobanca si riverbera anche su Generali, di cui Piazzetta Cuccia ha il 13% che non verrà per ora ceduto né ridotto del 3%, come da piano.

  • Ape sociale e precoci, non spesi 760 milioni
C’è una minore spesa di 760 milioni, rispetto al previsto, su due canali di flessibilità pensionistica attivati nel 2017: l’Ape sociale e il pensionamento con 41 anni di contributi per i lavoratori precoci. Ed è proprio grazie a questo margine di bilancio che il governo accompagnerà il debutto di “quota 100” senza chiudere le due misure. Come ha spiegato ieri il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, per i precoci (un anno di impiego prima dei 19 anni di età) oggi disoccupati o con un’invalidità civile o un carico familiare, viene confermato il requisito dei 41 anni di contributi con l’aggiunta di una finestra di tre mesi, il che significa un risparmio di due mesi rispetto allo scatto previsto per il 2019. E ci sarà pure la proroga dell’Ape sociale.
  • Mediobanca al patto ultra leggero Ora gli azionisti avranno mani libere
Il nuovo patto di Mediobanca riunirà per tre anni, con rinnovo automatico, tutti i vecchi soci, con l’eccezione di Vincent Bolloré e dei Pesenti, soci che a oggi detengono il 19,82% del capitale. Un accordo che, sotto la regia del presidente Angelo Casò, ha ottenuto il via libera all’unanimità, col benestare dunque anche del primo azionista UniCredit che inizialmente sembrava propendere per una riproposizione della formula tradizionale. In sostanza si tratta di un accordo di pura consultazione, che non prevede impegni nè di blocco né di voto sulle azioni apportate. Il patto continuerà a riunirsi due volte all’anno per discutere con il management dell’andamento della banca, ma in condizioni paritarie rispetto al mercato. I partecipanti potranno disporre appieno delle azioni detenute per ottenere, per esempio, finanziamenti, trasferirle o acquistarne di nuove, ma dovranno inpegnarsi a comunicare al presidente del patto ogni variazione entro il termine di cinque giorni. Unico vincolo: evitare di porre in essere operazioni che facciano sorgere l’obbligo di Opa.
  • Generali compra CM Investment Solution da Bofa
Generali aggiunge un’altra intesa alla lista delle iniziative promosse per crescere nell’asset management. La compagnia ha annunciato ieri di aver rilevato da Bank of America Merrill Lynch la CM Investment Solutions Limited. L’operazione arriva dopo che il Leone di Trieste ha lanciato la piattaforma per investire negli asset infrastrutturali, ha siglato un accordo con Peter Kraus per approdare a New York, ha concluso l’acquisizione di Union Investment TFI in Polonia e ha promosso la business unit dedicata alle pensioni.

Tra le più note start up assicurative in Germania, l’InsurTech berlinese Element ha annunciato di aver ottenuto capitali per 23 mln di euro da investitori tra cui SBI Investment, Engel & Völkers Capital e Alma Mundi Ventures.

 

  • Nuova acquisizione per Generali nell’asset management
Generali prosegue la crescita nel settore con l’acquisizione del 100% di CM Investment Solutions Limited (CMISL), detenuto da Bank of America-Merrill Lynch.

Handelsblatt

 

Il numero uno di Zurich vede il settore assicurativo di fronte a enormi sfide. Mario Greco intervistato da Handelsblatt parla di digitalizzazione, acquisizioni e globalizzazione.