Gruppo Cattolica, a Minelli la nuova direzione marketing

Nuovo ingresso nel Gruppo Cattolica. Francesco Minelli è entrato nel team manageriale della compagnia di assicurazioni con la carica di direttore responsabile della neocostituita direzione marketing di gruppo, a diretto riporto del direttore generale mercati e canali distributivi Carlo Ferraresi.
Laureato presso la facoltà di economia e commercio dell’Università Cattolica di Milano, dove è stato ricercatore nell’area sistemi informativi, Minelli è stato direttore innovazione e servizi di Ania e ha ricoperto ruoli apicali in alcuni istituti finanziari italiani, maturando un background nel marketing e nello sviluppo dell’offerta commerciale di prodotti e servizi, con particolare focus sull’innovazione tecnologica.

La direzione distribuzione e marketing del Gruppo Cattolica, rinominata direzione distribuzione canali professionali, sarà focalizzata a promuovere e sostenere la rete agenziale e sarà sotto la responsabilità di Marco Lamola, mentre Massimo Montecchio ricoprirà il ruolo di responsabile marketing & client management a riporto di Minelli.

«La squadra di Cattolica si arricchisce oggi con l’arrivo di un manager di elevato profilo». Ha commentato Ferraresi. «Sotto la guida di Minelli, la neonata direzione marketing di gruppo saprà offrire un servizio forte e trasversale a tutti i canali distributivi e a tutte le società del gruppo. Questo avverrà accelerando sull’innovazione di prodotto e sulla costituzione di un ecosistema di servizi, come previsto dal piano industriale 2018-2020, proseguendo il lavoro già impostato da Lamola e Montecchio. Allo stesso tempo, con questo nuovo assetto Cattolica investe nella crescita e nel rafforzamento della rete agenziale, ribadita anche dal recente accordo di sistema raggiunto con i gruppi agenti. La distribuzione riveste un’importanza strategica per il gruppo e si svilupperà ulteriormente grazie anche alla professionalità di Lamola, che ha già ampiamente dimostrato di saper lavorare con profitto per il bene della compagnia e della rete agenziale e che si dedicherà specificamente a questo importante asset».

Fonte: