Reale Group stima di chiudere il 2017 con un utile consolidato di € 107,1 mln

L’Assemblea dei Delegati di Reale Mutua si è riunita per l’esame del preconsuntivo 2017 e l’approvazione del preventivo e dei Benefici di Mutualità per il 2018.

Per quanto riguarda il Gruppo, il 2017 è stato caratterizzato dall’acquisizione delle imprese italiane del gruppo austriaco Uniqa e dall’avvio dell’operatività della compagnia sudamericana Reale Chile Seguros. Il preconsuntivo di Reale Group evidenzia risultati positivi, con una dinamica di premi in crescita rispetto al 2016 dell’1,5%, a perimetro costante, e, considerando il contributo delle nuove società, del 18,7%, portando così la raccolta complessiva a € 4.569 milioni.

L’utile consolidato, determinato secondo i principi contabili internazionali (IAS/IFRS), si attesta a  € 107,1 milioni. Esso risente, da un lato, degli impatti negativi sia della svalutazione, pari a € 18 milioni (€ 12 milioni sul risultato netto post effetto fiscale), della quota di partecipazione di Reale Mutua nel Fondo Atlante, sia del previsto risultato in perdita di € 10,8 milioni determinato dalla fase di start up della compagnia cilena; dall’altro lato, invece, l’utile consolidato integra il positivo contributo, pari a € 10,7 milioni, apportato dalle società Uniqa. L’indice di solvibilità di Gruppo, calcolato con formula standard, ammonta al 208%.

Per il 2018, a livello di Gruppo, sono previsti una crescita dei premi del 9,2%, che porterà la raccolta a circa € 5 miliardi, un utile consolidato di € 103,5 milioni (che tiene conto di un risultato negativo di € 22,5 milioni legato all’investimento in Cile), nonché un rafforzamento del patrimonio netto e dell’indice di solvibilità (stimato al 224%).

Per la Capogruppo Reale Mutua, si prevede una chiusura del 2017 con un utile di € 51,3 milioni, calcolato utilizzando i principi contabili internazionali, valore su cui impatta fortemente la sopra richiamata svalutazione della partecipazione nel Fondo Atlante, interamente a carico della Compagnia. L’indice di solvibilità, determinato con formula standard, attestandosi al 323%, si mantiene tra i più elevati a livello europeo.

La redditività tecnica della Società si conferma positiva: i premi di lavoro diretto sono stimati in crescita dello 0,9% (€ 2.217 milioni); il combined ratio Danni, pari al 96,1%, è in miglioramento rispetto all’esercizio precedente (96,4%).

Nel 2018 sono previsti in Reale Mutua una crescita dell’utile, calcolato con i principi contabili internazionali, a € 60 milioni, un incremento della raccolta premi di lavoro diretto (+ 3%), nonché un ulteriore miglioramento, al 95%, del combined ratio Danni. L’indice di solvibilità è stimato anch’esso in aumento al 343%.

Alla luce dei risultati di bilancio attesi, l’Assemblea dei Delegati di Reale Mutua, ha deliberato per il 2018 l’erogazione di Benefici di Mutualità a favore dei Soci/Assicurati per un importo di circa € 9,5 milioni, dei quali € 7,5 milioni a favore di polizze dei rami Danni ed € 2 milioni per prodotti Vita. Inoltre, in continuità con quanto effettuato negli scorsi anni e in linea con lo spirito mutualistico di Reale Group, nel prossimo esercizio le controllate Italiana Assicurazioni e Reale Seguros Generales destineranno, rispettivamente, € 0,8 milioni ed € 0,3 milioni in provvedimenti ai propri Assicurati.

E’ stato altresì comunicato all’Assemblea che, recentemente, l’Agenzia internazionale Fitch Ratings ha confermato per Reale Mutua e la controllata spagnola Reale Seguros Generales il rating IFS in “BBB+”, con Outlook Stabile, valore superiore di un grado a quello attribuito al debito sovrano italiano (“BBB”, con Outlook Stabile), a comprova della continua e forte solidità di Reale Group. Il rating di Reale Mutua e Reale Seguros Generales, se non fosse condizionato dal rating dello Stato Sovrano, sarebbe pari ad “A”.

«I risultati previsti sono la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto da coloro che operano, a tutti i livelli, in Reale Group e dell’attenzione comune per un suo sviluppo redditivo – ha commentato Luca Filippone, Direttore Generale di Reale Mutua – Il contesto di riferimento si caratterizza per un continuo e repentino mutamento e per numerosi fattori esogeni, sia sul fronte tecnologico e normativo sia in relazione al forte cambiamento delle esigenze dei clienti. In Reale Group ci impegniamo a essere tempestivi nell’innovare le strategie e i processi; continuiamo a investire in digitalizzazione e informatizzazione, ritenendo che un’avanzata tecnologia, accompagnata da un patrimonio umano di elevata qualità, rappresenti il modello vincente per affrontare al meglio il nostro futuro».