BNP Paribas Cardif Open-F@b Call4ideas 2017: premiate le migliori idee sulla Preventive Insurance

Si è tenuta a Milano nella splendida cornice dello Spazio Gessi di via Manzoni la quarta edizione del contest internazionale Open-F@b Call4ideas 2017 promosso da BNP Paribas Cardif, in collaborazione con Insurance Up, Open Up e Medici.

Alla fine di un pomeriggio intenso di sfide fra progetti di alto livello, la giuria di esperti e il numeroso pubblico presente in sala hanno individuato le tre iniziative vincenti alla fine di una Innovation Battle, che ha visto i protagonisti sfidarsi con passione e creatività. Tre le iniziative vincenti, non le migliori in senso assoluto ma quelle che sono state considerate più in linea con il concetto assicurativo di Preventive Insurance fondato non più sul totem del risarcimento ma su prevenzione, protezione, assistenza e interazione con il cliente.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stata Niramai, seguita da AliveCor e InSensus al terzo gradino del podio.

I tre progetti verranno ora supportati dal team R&D di BNP Paribas Cardif che li seguirà nello sviluppo e nella concretizzazione delle loro idee, tenendo in considerazione le esigenze del mercato e della compagnia.

Entrando nei dettagli dei tre progetti premiati, con Niramai sarà possibile identificare in modo sicuro e non invasivo il cancro al seno, mentre grazie a Kardia Mobile, la soluzione proposta da AliveCor, sarà possibile individuare in tempo reale la fibrillazione atriale, aiutando a prevenire gli infarti nei pazienti a rischio. In-K Strain System, presentato da InSensus, si caratterizza invece per un approccio completamente nuovo al monitoraggio strutturale, misurando deformazione, temperatura, inclinazione e attività sismica degli edifici. Tra i fattori vincenti dei tre progetti, l’alto contenuto tecnologico unito alla concretezza e fattibilità del progetto, nonché l’effettiva capacità di fare un passo avanti sul fronte della Preventive Insurance, rendendo immediato l’intervento grazie al ricorso a sistemi di prevenzione e monitoraggio costante.

Gli altri progetti finalisti:

  • Connecto (strumento IoT per il monitoraggio in tempo reale del consumo d’acqua);
  • famil.care realizzata da Easy Life ltd. è una soluzione integrata per fornire un supporto concreto nell’assistenza quotidiana dei familiari anziani attraverso la combinazione di una app per smartphone e di un pulsante di emergenza;
  • Healthyealth è un sistema matematico che consente di ricavare il rischio medico e di ricovero di ciascun utente;
  • Kaitiaki è un ecosistema digitale che utilizza l’intelligenza artificiale per combattere cyberbullismo, sexting, hate-speech, autolesionismo;
  • Kruzr è una app che ha il ruolo di assistente di guida smart per eliminare le distrazioni al volante;
  • Momo, il primo home robot dotato di intelligenza artificiale realizzato dalla startup Morpheos che grazie alla tecnologia “Learn&Adopt” è in grado di imparare e riconoscere le abitudini dell’utente, creando autonomamente ambienti efficienti e sicuri attraverso una gestione proattiva degli smart devices;
  • Smart Domotics permette di monitorare, acquisire dati e automatizzare ogni edificio con soluzioni semplici da installare e utilizzare attraverso una piattaforma 4.0 che permette di inviare reportistica, impostare alert, acquisire dati da hardware terzi;
  • Water Hero è uno strumento IoT che permette di monitorare e controllare il consumo dell’acqua tramite smartphone, proteggendo la casa o il business da rotture nei tubi: se un tubo si rompe automaticamente si blocca il flusso di acqua e viene inviato un messaggio;
  • Wesavvy è una piattaforma assicurativa digitale che raccoglie e aggrega dati sullo stile di vita dei clienti ricavati dalle varie piattaforme, app, werable e social media.

“Siamo felici di essere stati pionieri nel nostro settore intuendo, già nel 2014, che un contest come Open-F@b potesse diventare un modello consolidato di open innovation che ben si inscrive in una più ampia strategia di innovazione con iniziative interne ed esterne volte a disegnare l’assicurazione di domani”, ha dichiarato Isabella Fumagalli, Amministratore Delegato di BNP Paribas Cardif in Italia. “Essere giunti alla quarta edizione, longevità comune a pochi contest, con un livello qualitativo delle proposte ancora più alto e una grande adesione da tutta Italia e dall’estero, ci dà conferma di come questa call4ideas sia diventata un appuntamento fisso internazionale e di quanto i temi affrontati siano percepiti come fondamentali dagli innovatori. Grazie alla collaborazione con le start-up abbiamo iniziato a non ragionare più come un assicuratore tradizionale ma siamo entrati nelle logiche di altri mercati e stiamo sviluppando, insieme ad alcuni dei vincitori delle scorse edizioni, soluzioni assicurative più disruptive che saranno a breve abilitate sul mercato”.

F@b ha incontrato un grande interesse da parte di start-up e innovatori di tutto il territorio nazionale, che hanno inviato i loro progetti sulla Preventive Insurance, in ambito salute, famiglia, casa e mobilità dalla Lombardia alla Sicilia, dalla Puglia al Friuli Venezia Giulia. Ma non solo. Quest’anno il contest ha visto una grande adesione dall’estero, tanto che i partecipanti internazionali sono addirittura la metà del totale.

Il programma della serata, conclusasi con la premiazione dei progetti vincitori a cura di Andrea Veltri, Chief Marketing Officer&Strategy di BNP Paribas Cardif, è stato completato da momenti di Q&A ai finalisti e dagli interventi di esperti del mondo Insurtech che hanno portato la loro esperienza e hanno animato la serata. Tra questi, Amit Goel, Founder and CIO di MEDICI e per OpenUp Aziza Idrissi Janati, Startup Program Lead Manager, e Chedy Riahi di OpenUp, Partnerships Manager.

SCHEDE DEI PROGETTI PREMIATI

1° classificato: NIRAMAI
Il cancro al seno è la principale causa di morte nelle donne al giorno d’oggi. Un’identificazione preventiva è la chiave per aumentare il grado di sopravvivenza e ridurre i costi per il trattamento. I metodi attuali di controllo hanno dimostrato di non riuscire a rilevare il cancro con anticipo, la mammografia, per esempio, non riesce a farlo nelle donne giovani per la densità delle cellule nel seno. Niramai ha sviluppato una soluzione per identificare il cancro al seno in modo sicuro e rispettoso della privacy. Questa soluzione è low-cost, portatile e funziona per donne di diverse età. Niramai utilizza una tecnologia di intelligenza artificiale come parte core della sua soluzione.

Progetto – Preciso, accessibile, automatizzato
Niramai ha sviluppato un metodo non invasivo per l’identificazione del cancro al seno, lo strumento può rilevare stadi precoci di malignità con un metodo completamente rispettoso della privacy. La soluzione include un hardware portatile con una camera termica e un software cloud brevettato da Niramai. La camera termica è utilizzata per rilevare la distribuzione della temperatura sul petto del soggetto. Questa mappa della temperatura è analizzata attentamente dalla soluzione di Niramai per generare automaticamente un report della diagnosi del cancro per il soggetto. La soluzione è stata testata su 1500 pazienti.

Preventive Insurance
Una soluzione potrebbe includere il test di Niramai come parte di un checkup di “Preventive Health” proposto da un’assicurazione. Questa proposta potrebbe essere portata sulle clienti donne assicurate di qualsiasi età. La scoperta anticipata del cancro al seno può ridurre i costi di trattamento e l’indice di sopravvivenza. Il test può anche essere ripetuto più volte senza nessun effetto collaterale. La soluzione può funzionare su gruppi di qualsiasi età, eventualmente anche negli uomini.

Team
Geetha Manjunath

2° classificato: ALIVECOR
Con sede nella Silicon Valley, AliveCor è stata fondata nel 2011 da due ingegneri australiani e da un medico/inventore di Harvard. La società ha sviluppato una tecnologia per mostrare in tempo reale le rilevazioni ECG su smartphone e tablet, in modo da individuare la fibrillazione atriale e aiutare a prevenire gli infarti nei pazienti a rischio. Con investimenti da parte di singoli imprenditori e, in modo significativo, da parte della società di monitoraggio della pressione sanguigna Omron, AliveCor continua a ricercare e sviluppare nuove tecnologie per monitorare l’attività cardiaca.

Progetto – Convenienza, affidabilità, semplicità
Gli infarti causati da situazioni di fibrillazione cardiaca sono solitamente di grave entità ed associati ad un significativo tasso di mortalità. L’individuazione di situazioni di fibrillazione cardiaca tramite la soluzione AliveCor si è dimostrata cost-effective. Kardia Mobile può essere collegato al telefono per fornire rilevazioni ECG live di buona qualità diagnostica con traccia in tempo reale, sempre e ovunque, in soli 30 secondi. Rileva con precisione la fibrillazione atriale (AF) e misura anche la frequenza cardiaca. Le registrazioni possono esser inviate immediatamente via e-mail e archiviate per il controllo da parte del medico.

Preventive Insurance
Essendo un dispositivo a basso costo, Kardia può essere dato o concesso in prestito a pazienti che hanno un profilo che comporta la fibrillazione atriale. Il dispositivo registra cosa avviene e, in caso di necessità, invia immediatamente un’email al medico per un controllo. Il dispositivo fornisce una rapida diagnosi e consente un tempestivo inizio della terapia farmacologica (anticoagulanti) e quindi riduce drasticamente il rischio di ictus. Questi pazienti hanno un rischio di ictus cinque volte superiore rispetto ad altre persone e il successivo costo di assistenza può essere consistente e accompagnarli probabilmente per il resto della loro vita.

Team
Glyn Barnes

3° classificato: INSENSUS
La InSensus Project srls è stata costituita nel giugno del 2015 allo scopo di sviluppare un innovativo sistema per il monitoraggio di strutture e infrastrutture (Structural Heath Monitoring) capace di valutare in tempo reale e da remoto le condizioni di infrastrutture (es. ponti, gallerie, dighe, pipelines) e opere civili (es. palazzi, monumenti).

Progetto – Prevenzione, sicurezza, resilienza
In-K Strain System è un sistema di Structure Health Monitoring. Offre un approccio completamente nuovo al monitoraggio strutturale: soluzione standard, a basso costo, adattabile e stand-alone. Misura 4 valori: deformazione, temperatura, inclinazione e attività sismica (si possono integrare parametri aggiuntivi).

Preventive Insurance
I sistemi SHM elaborati da InSensus sono in grado di fornire importanti vantaggi alla Preventive Insurance e sono in grado di tradursi in minori rischi e costi assicurativi: incremento della sicurezza grazie a una manutenzione ottimizzata; miglioramento della diagnosi di un’alterazione strutturale al suo insorgere; riduzione dei costi di manutenzione; valutazione in tempo reale e previsione precisa della life time residua; riduzione dei tempi morti post-evento; conformità ai regolamenti governativi.

Team
Guido Maisto