USA – Il numero dei pagamenti di danni da medical malpractice è calato dal 2002 in poi.

Anche L’ammontare dei risarcimenti e dei costi legali è rimasto inalterato o è diminuito per la maggior parte dei medici, come testimonia un report pubblicato online su Journal of the American Medical Association. del 30 ottobre scorso.

Lo studio ha preso in esame i dati del periodo 2002-2013 di California, Colorado, Illinois, New York e Tennessee. 

 La percentuale dei danni pagati è scesa dal 18,6 al 9,9 per cento.

 I costi sono scesi più del 6 per cento per i MDs (medical doctors) e più del 5 per cento per i DOs (osteopathic doctors).

 Il valore mediano dei pagamenti è cresciuto del 5% dal 1994 al 2013, a valore 2013. ma, dal 2007 il valore è sceso dell’ 1,1% per anno e si è attestato, nel 2013, su $ 193.000.

 I premi assicurativi hanno avuto questi andamenti:

In California, Illinois e Tennessee i premi degli assicuratori locali per gli internisti e per i medici di ostetricia e ginecologia sono scesi del 36% dal 2004 al 2013, mentre quelli di medici di chirurgia generale sono scesi del 30%. In Colorado i premi per gli internisti sono scesi del 20%, mentre sono saliti dell’ 11% per i medici di ostetricia e ginecologia e del 13% quelli dei medici di chirurgia generale.

Nello Stato di New York, invece, si è avuto un aumento generale dei premi, 12% per   i medici di ostetricia e ginecologia , del 16% per gli internisti e del 35% per i medici di chirurgia generale.

I ricercatori hanno rilevato che, laddove ci sono stati dei miglioramenti,  erano state prese le misure più efficaci per controllare gli eventi-sentinella e migliorare il sistema di comunicazione con i pazienti, comprese le scuse.

Fonte:

http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/news/fullstory_149205.html, By Robert Preidt Thursday, Oct. 30, 2014 (HealthDay News) — The number of medical malpractice payments in the United States has dropped sharply since 2002, according to a new study. – SOURCE: Journal of the American Medical Association