Le nuove frontiere del rischio – rcp – Hacker’s attacks

Rami danni

Parte Prima

Autore: Riccardo e Roberta Tacconi
ASSINEWS 259 – dicembre 2014

Schema riassuntivo: Introduzione al rischio hacker – a) Settore veicoli: droni, navi senza equipaggio; veicoli terrestri a guida automatica; convogli di camion; veicoli a guida assistita – Tutto bene? – Cosa possono fare gli hackers: Droni; Veicoli a guida assistita o automatica – b) Settore medico: medical devices ed apps “salute” – Tutto bene? Cosa possono fare gli hackers – Applicabilità della RC Prodotti: a) USA, b) Italia

Introduzione

Il problema della cyber security, che fino ad un paio di anni fa, sembrava limitato ai “grandi eventi”, attacchi ai data base delle banche, di istituzioni pubbliche, del Pentagono, della CIA ecc., sta espandendosi, anche nella percezione generale, ad altri settori.
Alcuni casi, infatti, hanno richiamato l’attenzione di un pubblico più vasto:
• le “case intelligenti” (la famosa domotica) possono essere facile oggetto di attacchi degli hacker (causa scarsa attenzione degli installatori a questo problema);
• un hacker argentino ha, recentemente, dimostrato che quanto visto a volte in alcuni film è realtà: l’attuale sistema di controllo della viabilità a New York, basato su un sistema Wi-Fi, che si riteneva difficilmente attaccabile, in realtà è tutt’altro che sicuro. Grande soddisfazione in Argentina (gringos malditos …), molta meno a New York …

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati