Valore di listino e regola proporzionale

IL VOSTRO QUESITO

In un vostro vecchio quesito riportavate: 
“1. Indicare chiaramente come calcolare il degrado: in questi casi generalmente si pattuisce che il costo dei pezzi di ricambio “di prima fornitura” necessari alla riparazione sia ridotto, ai fini dell’indennizzo, nella stessa percentuale che esiste tra il valore di listino (o, se inferiore, di acquisto) del veicolo nuovo e il valore commerciale che il veicolo stesso aveva al momento del sinistro”.
Sono interessato ad avere il vostro punto di vista sulla seguente questione. Come sopra riportato si parla di valore di listino (o se inferiore di acquisto). Vorrei sapere se le pretese delle compagnie di assicurare il valore di listino sono corrette e legittime, in quanto mi trovo in un contenzioso nel quale il valore assicurato di euro 46.500,00 per un autovettura (fatturata e pagata tale importo “nuova”) è stato contestato dal perito il quale ha applicato la regola proporzionale ritenendo che l’auto avesse un valore di listino di  euro 52.500,00. Ci sono sentenze della suprema corte al riguardo?

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati