Sul sito Isvap la bussola contro le compagnie assicurative fantasma

di Anna Messia

L’Isvap dichiara guerra alle compagnie assicurative «fantasma», ossia quelle che operano senza avere la licenza, il cui numero negli ultimi mesi, anche a causa dell’aumento dei prezzi delle polizze, è lievitato. L’autorità di controllo del settore assicurativo ha messo a disposizione sul proprio sito internet un strumento per controllare se una compagnia, italiana o straniera, è autorizzata a operare nei rami della responsabilità civile obbligatoria. «Per le imprese autorizzate a offrire questo tipo di coperture», si legge in una nota dell’istituto guidato da Giancarlo Giannini, «sono stati enucleati appositi elenchi delle imprese, con l’indicazione di tutti i rami offerti, che potranno essere verificati con l’accesso a un link sul sito isvap.it. Sarà in tal modo possibile per le forze di polizia, per esempio, effettuare controlli e accertamenti più veloci ed efficaci». Anche gli assicurati grazie alla consultazione del sito Isvap potranno evitare la stipula di contratti con imprese non autorizzate. Si tratta di «un passo ulteriore nella direzione della prevenzione e del contrasto all’abusivismo e, più in generale, al fenomeno delle truffe assicurative». Nel solo 2011 sono state individuate in Italia 35 compagnie non abilitate, contro le 52 dell’intero periodo 2002-2010. (riproduzione riservata)