ANIA e Procura di Trani siglano protocollo d’intesa per l’attività antifrode

ANIA e la Procura di Trani hanno siglato un Protocollo che sancisce una collaborazione fra l’Associazione delle compagnie di assicurazione, gli organi inquirenti e la magistratura per coordinare le reciproche azioni di contrasto alle frodi in materia assicurativa.

La Procura di Trani, rappresentata dal Procuratore Capo, Renato Nitti, ha voluto dare un forte segnale al territorio e ha voluto confermare la strada recentemente intrapresa dall’ANIA con la sottoscrizione dei Protocolli con le Procure di Napoli, di Milano e di Torino.

Con l’accordo siglato oggi vengono disciplinate le prassi operative più efficaci per maggiore fluidità e velocità di circolazione delle informazioni che riguardano episodi ritenuti di rilevanza penale nella materia assicurativa, rendendo più tempestiva l’azione di contrasto al diffuso fenomeno delle frodi assicurative e dei reati connessi.

L’ANIA si impegna a mettere a disposizione della Procura le banche dati RC Auto e tutti gli strumenti utili alla raccolta delle informazioni per il contrasto alle frodi. Nel Protocollo la Procura auspica anche la possibilità di potere accedere alla banca dati dei sinistri diversi da quelli riferibili alla rc auto (es. infortuni, malattia, incendio) definita dall’ANIA ma ancora in attesa della chiusura dell’iter regolatorio necessario alla sua auspicabile realizzazione.