Il Tesoro bussa ad Axa per l’aumento del Monte

di Luca Gualtieri
Archiviata almeno per ora la privatizzazione, il Tesoro si è messo al lavoro per mantenere il Montepaschi sotto controllo pubblico per altri 12-24 mesi. Mentre proseguono le discussioni con DgComp sulla proroga, via XX Settembre intende coinvolgere investitori privati nell’aumento di capitale da almeno tre miliardi di euro che la banca senese dovrà lanciare nel corso del 2022. La ricapitalizzazione infatti dovrebbe avvenire a condizioni di mercato e con diritto d’opzione agli attuali soci. Secondo quanto riportato ieri da Reuters, Roma potrebbe presto bussare all’alleato bancassicurativo Axa e una revisione dei termini della partnership potrebbe rientrare nel negoziato. L’alleanza con il gruppo francese (di cui l’ex ceo del Monte Marco Morelli è oggi presidente della divisione Investment Managers) scadrà infatti nel 2027 e nei mesi scorsi è stata al centro dei negoziati con Unicredit sulla privatizzazione. Va da sé che per ottenere il coinvolgimento di investitori privati il Tesoro e il vertice di Mps dovranno mettere sul piatto un piano di rilancio credibile. Se sul fronte dei tagli la banca potrebbe annunciare dai 4.000 ai 5.000 esuberi, non si esclude un ulteriore restringimento del perimetro con nuove dismissioni dopo quelle degli anni scorsi. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf