Rassegna Stampa assicurativa 25 novembre 2021

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Generali Assicurazioni e Credit Agricole Assurances hanno confermato quanto riportato ieri da alcuni quotidiani, tra cui MF-Milano Finanza, ossia di avviato trattative esclusive per l’acquisizione di La Medicale, società assicurativa del gruppo francese rivolta agli operatori sanitari. La transazione, spiega una nota, prevede inoltre la vendita a Generali France del portafoglio di contratti di assicurazione caso morte di Predica1, commercializzato e gestito da La Medicale.
Anche per chi fosse digiuno di finanza e risparmio gestito è impossibile non ricordare un famoso spot, ormai divenuto iconico, del lontano 2000, in cui un uomo tracciava un cerchio sulla superficie di un lago salato, presentando così la missione della sua banca: «Costruita intorno a te». L’istituto in questione era Banca Mediolanum e quell’uomo, scomparso nella notte tra martedì e mercoledì all’età di 81 anni, era lo storico fondatore Ennio Doris. I ricordi e l’intervista: I consulenti finanziari? Sono i medici del risparmio
  • Accordo sui crediti di Net Insurance
Sottoscritto un accordo tra le compagnie del gruppo Net Insurance e la società Augusto, partecipata dalla Sator di Matteo Arpe e dalle famiglie Amenduni e Roveda e controllante di Aedes siiq e Restart. L’intesa fa parte dell’accordo di ristrutturazione dei debiti stipulato tra Augusto e i suoi principali creditori. L’accordo conciliativo mira a definire la controversia che ha portato Augusto a opporsi ai decreti ingiuntivi emanati dal Tribunale di Milano in favore di Net Insurance e della sua controllata Net Insurance Life. L’accordo conciliativo prevede la corresponsione a titolo definitivo da parte di Augusto di 3,8 milioni con rinuncia all’opposizione e della riconsegna ad Augusto di 38 obbligazioni (valore nominale appunto di 3,8 milioni). Il rimanente credito di 6,2 milioni sarà pagato da Augusto alla controllata Net Insurance Life con la vendita delle partecipazioni di Augusto.

  • La Medicale, Generali in trattativa
Generali e Crédit Agricole Assurances hanno avviato trattative esclusive per l’acquisizione, da parte della compagnia italiana, di La Medicale, società assicurativa di Agricole Assurances rivolta agli operatori sanitari. La transazione prevede anche la vendita a Generali France del portafoglio di contratti di assicurazione caso morte di Predica, commercializzato e gestito da La Medicale. Per Generali l’acquisizione rappresenta un’opportunità strategica di crescita, raggiungibile anche grazie alla collaborazione con la Banque Verte. Essa rafforzerà le linee salute e puro rischio e, complessivamente, il business Danni del Leone in Francia dal punto di vista strategico e commerciale. Il progetto riflette l’impegno di Agricole Assurances a focalizzarsi sul continuo sviluppo del modello di bancassicurazione.
  • Private banking
Per fine anno si stimano masse in gestione nel private banking di 1.021 miliardi di euro, in crescita del 9,5% rispetto al 2020: lo ha reso noto Aipb, l’associazione italiana del settore.
  • Generali
La Delfin di Leonardo Del Vecchio ha acquistato 1,213 milioni di azioni del Leone, portando la propria quota al 5,787%. Ora il patto parasociale si attesta al 14,223%.

corsera

  • Generali tratta per La Medicale
Generali e Cre’dit Agricole Assurances hanno avviato trattative esclusive per l’acquisizione di La Medicale, società assicurativa di del gruppo francese rivolta agli operatori sanitari.

Repubblica_logo

  • Guerra “Sulle pensioni serve una riforma di genere che non penalizzi le donne”
Bisogna «rimuovere i vincoli che impediscono alle donne di ribellarsi alle violenze, a cominciare da quelli economici» A dirlo è Maria Cecilia Guerra, sottosegretaria dell’Economia, alla vigilia dellla Giornata contro la violenza che si terrà al Mef. «Noi abbiamo provvedimenti che vanno in questa direzione, dall’accesso alle case pubbliche alla decontribuzione per il datore di lavoro, ma bisogna sradicare tutte le discriminazioni che riducono l’autonomia delle donne e favoriscono gli elementi che preparano la violenza: il controllo della donna passa anche per le risorse di cui dispone».

  • «Bonus edilizi, no alla retroattività»
L’emergenza sul Superbonus e sugli altri bonus edilizi, con le continue correzioni delle norme e il serio rischio di paralizzare un’attività che sta spingendo il Pil più di ogni altra, compatta la filiera dell’edilizia che si fa sentire con una sola voce. Non si vedono tutti i giorni comunicati con 17 sigle associative che rappresentano l’intero mondo delle costruzioni e vanno dall’Ance agli artigiani, dalle cooperative alle professioni tecniche e includono anche le tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, le società di ingegneria, l’indotto industriale che si riconosce in Federcostruzioni e in Federlegno, le imprese di Elettricità futura e di Assoesco.
  • Cybercrime al primo posto tra i rischi delle imprese