Noli me tangere il trasportato

La Corte di Cassazione interviene nuovamente sulla questione del terzo trasportato e sull’azione che deve esperire in caso di lesioni subite durante la circolazione del veicolo.

La pronuncia della Corte di Cassazione – nuovamente su un sinistro auto che vede lesionato il terzo trasportato – esegue una approfondita esegesi dell’art. 141 codice delle assicurazioni ma soprattutto, colma il vuoto determinato dalla superficialità del legislatore nell’ideare la citata norma, la cui applicazione pratica si allontana sempre più dal testo normativo.

IL CASO: il conducente dell’auto perde il controllo del mezzo e provoca lesioni personali al trasportato

Caio si trova a bordo del veicolo condotto da Tizio il quale perde il controllo del mezzo ed esce di strada, provocando al terzo trasportato Caio serie lesioni personali. La Zurich Ins. risarcisce Caio con una somma non ritenuta satisfattiva e la vicenda approda avanti il Tribunale di Pisa, con la richiesta di risarcimento danni nei soli confronti della Zurich ai sensi dell’art. 141 cod. ass..

Il Tribunale accoglie la domanda, riconoscendo a Caio l’applicabilità dell’azione diretta, ma la sentenza viene impugnata dalla compagnia. La Corte d’Appello di Firenze accoglie il gravame della Zurich, osservando che l’art. 141 cod. ass. non può trovare applicazione in caso di sinistro con la partecipazione di un solo veicolo; l’unica azione diretta esperibile, a giudizio della Corte, è quella prevista dall’art. 144 cod. ass. con necessaria partecipazione del proprietario del veicolo quale litisconsorte necessario. La corte rimette quindi tutte le parti avanti il Tribunale per l’integrazione del contradditorio.

Caio si rivolge alla Corte di Cassazione per ottenere la conferma dell’applicabilità dell’azione diretta contro la compagnia, anche in caso di sinistro con mancato coinvolgimento di più veicoli.

trasportato

LA SOLUZIONE: La SC non riconosce al trasportato la possibilità di rivolgersi direttamente alla compagnia del conducente

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

Corte di Cassazione sentenza del 23 giugno 2021 n. 17963

© Riproduzione riservata