Zurich: priorità all’impatto ambientale per gli investimenti

Zurich diventa il primo grande investitore istituzionale a dare priorità all’impatto ambientale piuttosto che all’importo monetario del suo impact investment portfolio, mettendo al centro della sua strategia gli obiettivi ambientali e sociali.

Zurich, si legge in un comunicato del gruppo elvetico, si concentrerà sull’obiettivo di evitare emissioni annue per l’equivalente di 5 milioni di tonnellate di Co2 (la stessa quantità emessa da un milione di auto), e di migliorare le condizioni di vita di 5 milioni di persone, pari cioè alla popolazione dell’Irlanda.

A fine di settembre il portafoglio ha evitato emissioni per l’equivalente di 2,9 milioni di tonnellate di C02 e ha migliorato la vita di 4 milioni di persone.

L’impegno di Zurich giunge dopo che il Gruppo ha superato l’obiettivo di 5 miliardi di dollari per il suo impact investment portfolio, fissato tre anni fa.

Attualmente il portfolio ammonta a 5,4 miliardi di dollari ed include green bond, social e sustainability bond, fondi di private equity attivi in aree quali l’inclusione sociale e le tecnologie pulite, come pure prestiti infrastrutturali impact per impianti di energia solare o eolica. Zurich continuerà “a far crescere il proprio portfolio, andando oltre i 5 miliardi di investimento previsti inizialmente”.