SCOR: la successione di Denis Kessler si fa più chiara

Chi prenderà il posto del carismatico patron di SCOR, Denis Kessler? La prossima primavera, infatti, l’ex numero due di Medef arrivato a capo del riassicuratore francese nel 2002, dovrà lasciare la direzione generale di SCOR per aver raggiunto l’età massima consentita per poter esercitare le sue funzioni. Dovrebbe comunque mantenere la presidenza del gruppo.

Il nome del suo successore è ancora incerto, anche se le selezioni, affidate al cacciatore di teste Spencer Stuart, sembrano essere in fase avanzata. La sfida si giocherebbe tra tre candidati esterni: Emmanuel Clarke, ex presidente del riassicuratore bermudiano Partner Re, Benoit Ribadeau-Dumas, ex capo di gabinetto del primo ministro Edouard Philippe, e Frédéric de Courtois, attuale general manager di Generali che potrebbe lasciare la compagnia.

Rimane comunque aperta anche la possibilità di una transizione più dolce, affidata a un interno: dopo alcune voci che vedevano Paolo di Martin, direttore generale di SCOR Global Life, in testa alle preferenze, oggi si aggiunge Laurent Rousseau, direttore generale aggiunto di SCOR Global P&C, recentemente convocato dal consiglio di amministrazione.

La nomina dovrebbe avvenire durante l’assemblea generale del gruppo nel 2021.