Reale Quota Attiva un bel peperino

Il prodotto selezionato, nella linea a maggior volatilità, è adatto a chi non teme i saliscendi dei mercati azionari

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari (Assinews)

Reale Quota Attiva è una polizza unit linked a premio unico, le cui prestazioni sono collegate ai fondi interni Reale Linea Controllata oppure Reale Linea Mercato Globale e Reale Linea Bilanciata Attiva. E’ comunque a disposizione anche una versione a premi ricorrenti. La soluzione preda qui in esame si basa sulla scelta Reale Linea Mercato Globale, che incorpora un profilo di rischio elevato e risulta quindi adatta ad un investitore che non teme la volatilità dei mercati finanziari. Ne consegue che su questo prodotto Reale Mutua non offre alcuna garanzia di restituzione del capitale investito, né di corresponsione di un rendimento minimo. L’importo minimo del premio unico da versare alla sottoscrizione è pari a 2500 euro, con un valore massimo di 300 mila euro mentre l’importo di premio minimo per i versamenti aggiuntivi è di 1500 euro. In caso di decesso dell’assicurato è previsto il rimborso di un capitale pari al controvalore delle quote del fondo, con in aggiunta la Garanzia Beneficiari che incrementa il numero di quote attribuite al contratto, secondo una percentuale determinata in base all’età dell’assicurato al momento del decesso. Ad esempio, il 10% se l’età è inferiore a 40 anni, l’1,50% se compresa tra 40 e 60 anni, ma questo elemento aggiuntivo non potrà superare l’ammontare di 100 mila euro. E’ concesso il riscatto totale o parziale a condizione che sia trascorso almeno un anno dalla data di decorrenza, e verrà detratto un costo fisso pari a 30 euro. Il riscatto parziale è consentito a condizione che l’importo da riscattare sia almeno pari a 500 euro e purchè il valore di riscatto residuo non sia inferiore a 1500 euro. Tra le opzioni contrattuali c’è la facoltà di richiedere una diversa ripartizione dell’investimento attraverso il trasferimento, parziale o totale, delle quote da una linea di investimento all’altra. Inoltre, è consentita la conversione in differenti forme di rendita: annua vitalizia rivalutabile pagabile fino a che il beneficiario-assicurato è in vita, annua rivalutabile pagabile in modo certo per un numero di anni, annua vitalizia rivalutabile pagabile fino al decesso del beneficiario-assicurato e successivamente reversibile. La scelta della rendita è irreversibile e non potrà essere modificata per l’intera durata contrattuale e la rendita non potrà essere riscattata durante il periodo di godimento. Il motore finanziario in questo vaso è determinato unicamente dal fondo interno Reale Linea Mercato Globale, che offre potenzialità sul medio-lungo termine grazie ad una elevata esposizione a diversi fattori di rischio, in primis l’asset class azionaria. Il fondo ha infatti un obiettivo dichiarato di incremento del valore nel medio-lungo periodo, con investimenti orientati prevalentemente nel comparto azionario globale e profilo di rischio molto alto. Questo elemento trova conferma nel benchmark utilizzato, rappresentato al 70% dall’indice Morgan Stanley World in euro, dal 15% dell’indice Morgan Stanley Emerging Market in euro e dal 15% di tassi a breve europei. La dinamica dei rendimenti mette in luce l’ampio range di possibilità che derivano dal portafoglio prevalentemente azionario, che ha generato un utile lordo del 22% abbondante nel 2019 bilanciato da un cedimento del 9% circa nel delicato 2018. Ed anche nel Kid, che espone i valori attesi di rendimento sull’orizzonte di 10 anni già al netto di tutti i costi, si osservano scenari molto dispersi in funzione delle aspettative di dinamica dei mercati finanziari. Nello scenario peggiore, di forte stress dei mercati, è dunque da mettere in conto una perdita media annua netta del 9,57%, che appare forse eccessiva come stima considerato i costi annui del 2,76%. Lo scenario intermedio vede invece un utile medio annuo netto del 4,08%, che potrebbe salire al 9,19% in caso di mercati molto ben impostati nel successivo decennio. Coloro che non accettano tali livelli di rendimenti attesi hanno a disposizione linee di investimento più sobrie. (riproduzione riservata)

Clicca qui per la scheda completa