Generali-Cattolica, così sale al 30%

C’è un piano che vede Generali salire al 30 percento nel capitale di Cattolica assicurazioni. La compagnia del Leone potrebbe infatti approfittare delle condizioni che si sono venute a creare con l’aumento di capitale della compagnia veronese ed alzare la propria quota di partecipazione dall’attuale 24,46 per cento. L’operazione parte dalla trasformazione sociale di Cattolica, avviata con l’assemblea del 31 luglio e destinata a concludersi il primo aprile 2021, quando la compagnia veronese smetterà di essere cooperativa e sarà società per azioni. Se da un lato (aumento di capitale da aro milioni di euro dedicato a Generali ha messola società veronese al sicuro sul fronte patrimoniale, dall’altra l’abbandono della forma cooperativa, prerequisito essenziale per l’entrata delle Generali nell’operazione, ha evidenziato il malcontento di molti soci storicidella mutua veneta, che hanno preferito esercitare il diritto di recesso piuttosto che avvallare una soluzione che, nei fatti, snatura oltre un secolo di storia sociale.


Fonte: