General Motors entra nell’assicurazione auto

Tesla non è più l’unico grande produttore di autoveicoli a voler rivoluzionare le assicurazioni auto. Anche la General Motors ha deciso di entrare nel mondo delle polizze con la unit assicurativa “OnStar Insurance”. La celebre casa automobilistica punta a lanciare sul mercato soluzioni assicurative basate sul comportamento di guida dei conducenti, sfruttando l’innovazione tecnologica della controllata OnStar, che attualmente fornisce in abbonamento una lunga serie di servizi (connettività, sicurezza all’interno del veicolo, vivavoce, navigazione turn-by-turn, e sistemi di diagnostica a distanza), tramite una scatola nera installata sui veicoli General Motors in Nord America e che contiene una connessione internet incorporata.

La copertura assicurativa è stata pensata per essere venduta come complemento ai servizi telematici online per auto di OnStar. In pratica, i clienti che aderiscono a OnStar devono accettare che venga tenuta traccia delle abitudini di guida e coloro che rispetteranno i limiti di velocità, evitando le fermate improvvise e dimostreranno complessivamente un comportamento di guida corretto, saranno ricompensati con tariffe più economiche.

Inoltre, General Motors ha anche creato la nuova agenzia assicurativa, denominata OnStar Insurance Services, che sarà l’agente esclusivo di OnStar Insurance.

OnStar Insurance promuoverà sicurezza, protezione e tranquillità”, ha affermato in una nota Andrew Rose, presidente di OnStar Insurance Services. “Vogliamo diventare leader del settore, offrendo assicurazioni in modo innovativo”. Un primo progetto pilota del programma assicurativo sarà lanciato per la prima volta in Arizona, con OnStar Insurance inizialmente offerta ai dipendenti General Motors. Il programma sarà progressivamente reso disponibile al grande pubblico all’inizio del 2021.

General Motors