Generali studia gli asset di Axa nell’Europa dell’Est

A Generali piacciono gli asset di Axa nell’Europa orientale. Il Leone di Trieste starebbe infatti guardando le compagnie in mano al gruppo francese in Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia. Queste imprese raccolgono, insieme, circa 800 milioni di premi nei rami danni. Fra i grandi del settore assicurativo, il gruppo guidato da Philippe Donnet, che non commenta i rumors, è già il primo per presenza nell’Europa dell’Est e, con questa mossa, rafforzerebbe ulteriormente la propria posizione. Per Axa, invece, si tratta di un completo riposizionamento geografico. La compagnia guidata da Thomas Buberl ha già venduto altre compagnie in Ucraina, Serbia e Azerbaijan e la sua intenzione è di accrescere la propria presenza in Asia, dove è già molto forte, e in America Latina. Per questo è disposta a uscire dall’Est Europa.

Fonte:aflogo_mini