Generali: gli agenti Anagina pronti a diventare azionisti

Gli agenti delle Assicurazioni Generali che fanno capo ad Anagina (premi amministrati per oltre 4 miliardi di euro) sono pronti ad investire in modo importante in azioni del Leone di Trieste. L’annuncio è stato dato alla fine della scorsa settimana dal presidente dell’associazione, Davide Nicolao, confermato nel suo incarico per un altro mandato sulla base delle indicazioni arrivate da tutte le assemblee regionali.

Parlando a Venezia in occasione della 86.ma assemblea Anagina, alla presenza dell’amministratore delegato di Generali Italia Marco Sesana e dell’ex-ministro dell’Economia Giulio Tremonti, Nicolao ha annunciato che gli agenti intendono studiare le modalità per investire in azioni Generali. L’operazione – ha detto Nicolao – riguarderà sia i singoli agenti nelle loro scelte di investimento, sia la loro Cassa di Previdenza Anagina. La Cassa, con un patrimonio di 100 milioni di Euro, potrebbe indirizzare 20-25 milioni verso l’acquisto di azioni Generali.

Questo investimento ha l’obiettivo – si legge in una nota – di rafforzare la partnership tra la compagnia ed i suoi agenti dopo il successo dell’avvenuta sottoscrizione dell’accordo quadro sul mandato unico e intende confermare, ha sottolineato Nicolao, “la nostra fiducia sulla solidità del gruppo Generali come dimostrano i risultati della trimestrale”.

A proposito dei suoi prossimi anni alla guida di Anagina, Nicolao ha sottolineato che il principale obiettivo sarà quello di rafforzare sempre più il ruolo dell’agente-imprenditore, soprattutto alla luce del formale riconoscimento ottenuto nel recentissimo accordo sul mandato unico.

Anagina