Aviva punta a un incremento dei premi del 20% entro il 2022

L’assicuratore britannico Aviva punta a un incremento del 20% del volume dei premi entro il 2022, secondo quanto ha affermato il Ceo Maurice Tulloch, nel corso di una call con i giornalisti. Per quanto riguarda l’esercizio in corso, la compagnia si attende di chiudere l’anno con un utile operativo “sostanzialmente in linea” con le aspettative.

Tulloch ha inoltre anticipato che è stata adottata una revisione della struttura aziendale, spiegando che si è proceduto a una semplificazione del modello secondo cinque divisioni operative: Investments, Savings & Retirement; UK Life; General Insurance; Europe Life and Asia Life. “Aviva è un’azienda ambiziosa”, ha detto Tulloch. “Stiamo investendo in nuovi servizi, nuovi prodotti e nuove tecnologie. Ci aspettiamo una crescita, soprattutto nei settori più remunerativi come ad esempio il segmento General Insurance e nei mercati più interessanti come l’Asia, così come attendiamo maggiori ritorni economici dai nostri investimenti. L’obiettivo di Aviva è di garantire rendimenti crescenti e sostenibili agli azionisti. Abbiamo liquidità più che sufficiente a sostenere il dividendo, ridurre il debito e far crescere Aviva”.

La nostra revisione strategica – ha concluso Tulloch – è il frutto di un lavoro rigoroso e approfondito. Il mio impegno sarà di gestire sempre al meglio Aviva. Saremo più focalizzati sul business, gestiremo in maniera molto rigorosa i costi, saremo più disciplinati nelle modalità di investimento e andremo a offrire ai clienti servizi sempre più veloci, semplici e convenienti”.

Aviva intende anche mantenere i suoi business a Singapore e in Cina, ma continua a valutare le opzioni strategiche per le sue divisioni a Hong Kong, in Vietnam e in Indonesia.

L’assicuratore ha puntualizzato di aver deciso di mantenere la propria attività a Singapore dopo un’accurata revisione delle operazioni dalla quale è emerso che mantenere il business è la migliore soluzione in termini di creazioni di valore per gli azionisti. La società prevede inoltre di mantenere la sua joint venture cinese Aviva-Cofco Life Insurance data la dimensione del mercato, le eccellenti relazioni con il proprio partner e le elevate prospettive di crescita.

Aviva