Smart aging: 4 Startup selezionate da Europ Assistance, Generali e growITup

Oltre cento adesioni nelle cinque aree di  intervento proposte dalla #CallForGrowth “Smart Aging: Care for Baby Boomers”, lanciata nel settembre scorso e frutto della collaborazione tra Europ Assistance, Assicurazioni Generali e growITup (la piattaforma di Open Innovation creata da Cariplo Factory in collaborazione con Microsoft). Prevalenza di risposte per l’ambito Medical (34%) seguito da servizi per il Caregiving (27%), il Leisure (24%) e l’Homecare (12%).

D-Heart, Epicura, Noon Care e VillageCare sono le startup selezionate con le quali nei prossimi mesi Europ Assistance svilupperà una collaborazione finalizzata a realizzare servizi innovativi in un mercato, quello dei “Baby Boomers”, ovvero gli over 60, sempre più vivace e competitivo.

Le quattro startup sono state selezionate tra le 9 che hanno preso parte al Selection Workshop, durante il quale manager responsabili dell’area innovazione e prodotto delle aziende coinvolte hanno vagliato le soluzioni con il più alto potenziale con cui iniziare una partnership.

D-Heart

D-Heart propone un dispositivo elettrocardiografo portatile, utilizzabile attraverso il proprio smartphone. L’applicazione permette d’effettuare un elettrocardiogramma professionale in completa autonomia, ricevendo il primo referto entro 15 minuti dall’invio. Il servizio di analisi dei referti è attivo tutto il giorno, sette giorni su sette, ed in alternativa il tracciato può essere inviato al proprio medico sanitario. La missione di D-Heart è la prevenzione e tutela dei pazienti dalle malattie cardiovascolari.

Epicura

La piattaforma di prenotazione per servizi sanitari e socioassistenziali a domicilio entro 24 ore dalla prenotazione. Epicura offre ai propri utenti soluzioni personalizzate come interventi infermieristici, fisioterapici, osteopatici e servizi di assistenza per anziani, malati o disabili. I servizi sono erogabili presso il proprio domicilio, ospedali, cliniche private e case di riposo.

Noon Care

Noon Care è un App che aiuta il caregiver nella gestione quotidiana della persona assistita anche da remoto, grazie ad una piattaforma integrata di servizi.

VillageCare

VillageCare è il primo portale nazionale di orientamento e sostegno ai figli, che si prendono cura dei propri genitori anziani. Grazie a una rete di partner, VillageCare è in grado di orientare i caregivers in tutte le fasi del percorso, dal primo orientamento gratuito fino alla creazione di un percorso di consulenza personalizzato.

Le startup selezionate saranno inoltre considerate da growITup per valutarne l’interesse per il fondo Indaco (VC da 200 milioni) di cui growITup è advisor in esclusiva.

La CallForGrowth SmartAging, lanciata a settembre, nasce dalla collaborazione avviata lo scorso anno tra Assicurazioni Generali e growITup in ambito Insurtech, che ha portato il gruppo ad avviare progetti pilota con promettenti startup italiane. In questo secondo anno, che coinvolge anche Europ Assistance, growITup aiuterà le quattro startup selezionate nel corso del Selection Workshop a migliorare l’offerta di nuovi servizi assicurativi rivolti ai Baby Boomers, ovvero le persone nate prima del 1960” commenta Enrico Noseda, partner di growITup. “growITup aiuta le aziende a lavorare con le startup per accelerare la trasformazione digitale e, con la sua metodologia, ha già dimostrato di poter offrire risultati concreti alle corporate che decidono di intraprendere questo bellissimo processo di innovazione”.

Non è stato semplice scegliere le idee migliori, in considerazione dell’alto tasso di innovazione dei progetti che ci sono stati presentati” ha dichiarato Fabio Carsenzuola, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Europ Assistance Italia. “La selezione finale rappresenta la scelta dei progetti che meglio hanno interpretato il brief iniziale e che, in un contesto di mercato altamente demanding, possano trovare applicazione. Oltre ad essere progetti che sposano in pieno la nostra mission come Care Company che è quella di offrire agli over 60 servizi di assistenza che consentano di vivere nel migliore dei modi questa fase della vita, integrandosi con l’offerta su cui stiamo già lavorando da mesi”.