Sarà Allianz la prima assicurazione straniera al 100% a operare in Cina

Il gruppo Allianz ha comunicato di aver ricevuto dal regulator assicurativo cinese China Banking and Insurance Regulatory Commission (CBIRC) l’autorizzazione a costituire Allianz (China) Insurance Holding Company Limited, con sede a Shanghai, la prima compagnia assicurativa cinese interamente di proprietà straniera.

Il via libera della CBIRC è la diretta conseguenza del cambiamento politico degli ultimi anni che punta ad attrarre maggiori investimenti finanziari dall’estero. Nei mesi scorsi il presidente Xi Jinping aveva anticipato l’intenzione di favorire l’accesso di nuovi operatori stranieri sul mercato finanziario cinese, in particolare nelle assicurazioni.

Precedentemente lo stato cinese doveva possedere almeno il 51% delle imprese di assicurazione e delle società di servizi finanziari di proprietà straniera. Ma con questo cambiamento radicale si prevede l’arrivo di una ondata di assicuratori internazionali in territorio cinese.

Allianz è presente in Cina dal 1910 e opera sul mercato locale con oltre 2.000 dipendenti, offrendo soluzioni assicurative tramite joint venture. La nuova compagnia Allianz (China) Insurance Holding dovrebbe aprire i battenti nel corso del 2019.

Oliver Baete, chairman e ceo di Allianz Group, fresco di allungamento del contratto, ha dichiarato che si tratta di una pietra miliare nella storia di Allianz: “Siamo il primo gruppo assicurativo estero a poter costituire una holding in Cina e questo ci rende molto orgogliosi”.

Wang Jun, vicedirettore del Dipartimento di Informazione presso il China Center for International Economic Exchanges, ha dichiarato che “il settore bancario e quello assicurativo cinese, con le sue grandi potenzialità sono piuttosto allettanti per gli investitori stranieri, molti dei quali hanno già fatto domanda per creare filiali locali, fin dal momento in cui la Cina ha allentato le precedenti restrizioni sul settore. Altre autorizzazioni saranno rilasciate alle compagnie straniere in futuro”.

Secondo quanto si rileva da sito ufficiale della CBIRC, il regulator ha recentemente dato l’approvazione a 10 istituti finanziari, tra cui Taiwan Fubon Bank, ICBC-AXA Assurance Co e Korean Reinsurance Co. La Chiyu Bank di Hong Kong ha anche ricevuto l’approvazione per una filiale a Shenzhen, nella provincia meridionale del Guangdong.