La D&O diventa una copertura vitale nell’era “MeToo”

L’esplosione dello scandalo Harvey Weinstein che ha scosso Hollywood, per via della lunga lista di accuse di molestie e violenza sessuale che hanno colpito l’ormai ex magnate dei media, ha innescato la rinascita del movimento #MeToo che ha favorito una vera e propria ondata di denunce per molestie sessuali nei confronti di persone pubbliche, celebrità e interi centri di potere. Sull’onda degli scandali il tema delle molestie sessuali ha progressivamente travalicato i confini della high society, andando a interessare i luoghi di lavoro di milioni di persone.

Stephanie Resnick, responsabile del gruppo di esperti “directors & officers liability & corporate governance” per la Fox Rothschild, ha detto che “c’è grande sensibilità e interesse verso questo delicato argomento sia da parte delle donne sia da parte degli uomini”. Secondo l’edizione 2018 dello studio “Workplace Harassment” di Hiscox, più di un terzo di lavoratori statunitensi intervistati hanno detto di aver subito molestie sul posto di lavoro e le più numerose sono quelle di natura sessuale. Il 41% delle donne ha dichiarato di essere stata molestata sul lavoro e più di tre quarti dei molestatori accusati sono di sesso maschile.

Patrick Mitchell, responsabile area prodotti liability di Hiscox USA sostiene che “i casi di molestia possono accadere in qualsiasi tipo di azienda, di ogni dimensione e di tutti i settori produttivi. Penso che lo studio abbia mostrato come le persone siano oggi più consapevoli di certe situazioni delicate che possono sorgere sui posti di lavoro, anche per l’attività di movimenti come Me Too e Times Up”.

Le organizzazioni hanno da sempre il dovere di proteggere i loro lavoratori e in piena era #MeToo, secondo Stephanie Resnick “è importante considerare anche le sfumature. Ad esempio, si è recentemente verificato il caso di un consiglio di amministrazione citato in giudizio per l’incapacità ad agire in relazione alle accuse di molestie sessuali pervenute in azienda. I board delle imprese hanno il dovere di indagare su accuse di questo tipo, ma se cercano di nascondere le accuse siamo davanti a un problema di responsabilità. Alla Fox Rothschild stiamo consigliando le aziende di essere molto trasparenti davanti all’insorgere di problematiche di questo tipo e di svolgere le opportune indagini. È inoltre importante che ogni azienda abbia un’unica persona di riferimento che possa gestire le accuse e avviare le opportune indagini. La copertura directors & officers (D&O)  non è mai stata così importante come oggi per qualunque tipo di impresa, anche perché è altamente probabile che accuse di questo genere finiscano per diventare materia da tribunale”.