Campagna contro il mal di schiena

di Ettore Bianchi

In Francia il mal di schiena è responsabile del 30% delle assenze per malattia superiori a sei mesi
In Francia, le assicurazioni sanitarie hanno lanciato una campagna per la prevenzione del mal di schiena e hanno invitato le imprese ad interessarsene. Infatti, il dolore alla schiena è responsabile del 30% delle assenze per malattia superiori a sei mesi. L’anno scorso nell’Esagono sono state perse 12,2 milioni di giornate di lavoro, cioè l’equivalente di 57 mila dipendenti a tempo pieno. Le lombalgie non sono una fatalità e l’assicurazione sanitaria ne evidenzia il peso crescente.

E con esso il costo sempre più pesante sopportato dalle aziende: le assenze per malattie e incidenti ha superato quota un miliardo, al quale si aggiungono 661 milioni per il male del secolo, come è stato denominato il mal di schiena. Una cifra ancora sottovalutata, secondo quanto ha riportato Le Figaro. Per questo in Francia le assicurazioni sanitarie hanno dato il via al programma di sensibilizzazione destinata alle imprese. E questo perchè l’ambiente di lavoro è «chiaramente responsabile», riporta Le Figaro, anche se le lombalgie possono avere molteplici cause. Dunque, la campagna francese delle assicurazioni sanitarie invita le aziende ad adeguare le postazioni di lavoro dei propri dipendenti, regolare alcuni dispositivi e investire in alcuni macchinari. Ma anche modificare l’organizzazione del lavoro. Infatti, i fattori fisici non sono gli unici responsabili del mal di schiena che è anche legato allo stress, all’insoddisfazione professionale, alla mancanza di considerazione. Nessun settore di attività è esente anche se la metà dei costi si concentra in cinque comparti: servizi alla persona, costruzioni, gestione dei rifiuti, trasporti e commercio.
© Riproduzione riservata

Fonte: