Ad Allianz Re il polo di Ferrero

La compagnia ha rilevato per 40 mln il centro logistico del colosso dolciario L’obiettivo è di incrementare il portafoglio di asset nel Nord Italia. Nello stesso settore Logiman ha avviato a Castenedolo (Brescia) la costruzione di un nuovo magazzino per Dhl Express
di Nicola Capuzzo

Allianz Real Estate ha annunciato di aver completato l’acquisizione di un polo logistico da 55 mila metri quadri nel Nord Italia, 10 km a nord di Parma, attualmente occupato da Ferrero, il più grande produttore di cioccolato e prodotti dolciari al mondo. Il prezzo d’acquisto sarebbe nell’ordine dei 40 milioni di euro. L’immobile è stato acquisito per conto di diverse società del gruppo e questa operazione si inserisce all’interno della più ampia strategia di Allianz che punta a investire nel settore logistico italiano in rapida crescita.
«Il Nord Italia rappresenta una delle location principali per le infrastrutture logistiche», ha dichiarato Donato Saponara, country head di Allianz Real Estate in Italia. «Di conseguenza il mercato si è notevolmente evoluto nell’ultimo decennio e la domanda di spazi logistici di qualità è cresciuta, sostenuta da solidi fondamenti».
Lo stesso Saponara ha poi aggiunto che «l’acquisizione di questo asset rappresenta un passo strategico fondamentale per l’ambizioso progetto di creare in questa regione una grande piattaforma logistica. Ci auguriamo, nell’ambito di una diversificazione sempre maggior del nostro portafoglio sull’Europa Occidentale, di acquisire una posizione importante in questa asset class in rapida crescita».

Sempre questa settimana inoltre lo sviluppatore immobiliare Logiman ha reso noto di aver avviato un cantiere su un terreno di 16.000 mq a Castenedolo (Brescia), a pochi chilometri dall’aeroporto di Montichiari, destinato alla realizzazione di nuovo immobile industriale da 4.500 metri quadrati a destinazione logistica/autotrasporto da locare a Dhl Express.
Logiman sul proprio sito specifica che «l’area in oggetto ha una superficie di 16.157 metri quadrati di cui 861,47 a uso pubblico, verde e parcheggi già convenzionati, pertanto il lotto recintato si estenderà per 15.295 mq. L’immobile ha una superficie coperta di 3.846 metri quadri suddivisi in locali a uffici e servizi, magazzino e a locali uso finger esterni (locali tecnici con all’interno sistema di smistamento sorter di modello aeroportuale collegato con attracchi per furgoni) e 11.449 mq di piazzale esterno formato da piazzale di movimentazione per automezzi, parcheggi per automezzi, locali tecnici e aree a verde».

Logiman specifica inoltre che sono previsti circa 94 attracchi per furgoni, otto attracchi per motrici e sette per camion. Ospiterà un’attività di autotrasporto e pertanto l’immobile sarà adibito a centro di smistamento delle merci e pacchi postali con merce in entrata e uscita nelle 12 ore.
Lo stesso sviluppatore immobiliare in tempi recenti aveva edificato per Tnt Global Express un nuovo hub ribattezzato «Milano Mega» che sorge di fronte all’aeroporto di Linate. Si tratta di un complesso industriale progettato e costruito su misura per Tnt per ospitare le filiali destinate allo smistamento nazionale e internazionale di Milano. La struttura è quella tipica del cross docking raddoppiato, consistente in due edifici paralleli uniti a forma di «C» tramite una palazzina uffici e servizi sospesa, con un ponte che consente il transito sottostante di bilici e furgoni.

Il complesso conta 23 mila metri quadri di superficie, di cui 3 mila destinati a uffici su un’area complessiva di 50 mila metri quadri. L’immobile è dotato di 180 ribalte per furgoni e bilici e di un nastri trasportatori per lo smistamento dei colli. Per l’investimento era stata costituita la società Milano Mega srl che detiene la proprietà dell’immobile. Si tratta del più grande e più importante impianto progettato per Tnt in Italia. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf