Confartigianato. Tre linee di intervento

Nel mondo di Confartigianato sono oltre 500 le imprese pronte a realizzare piani di welfare nel 2018. A cui si aggiungono 100 realtà artigiane che li hanno già avviati da settembre. È il progetto di nuovo welfare di Confartigianato Imprese, sintetizzato nello slogan Da costo a risorsa per lo sviluppo. In cui Confartigianato opera come aggregatore della domanda d’imprese e famiglie e dell’offerta (attraverso una rete di operatori e specialisti territoriali e le partnership con soggetti nazionali e locali). E in cui i servizi si suddividono in tre macroaree: welfare per le imprese, assistenza sanitaria, assistenza domiciliare per le famiglie.

Il primo consiste nell’acquisto da parte dell’impresa di beni e servizi che migliorano la qualità della vita generando benefici all’impresa, ai suoi dipendenti e ai fornitori di sevizio. Il servizio, realizzato in collaborazione con TreCuori Società Benefit, è partito nel settembre di quest’anno. Attraverso la piattaforma vengono gestite: sanità (ricoveri, visite specialistiche, cure odontoiatriche); istruzione (asili nido, scuole inferiori e superiori, università, master, viaggi studio); assistenza per persone non auto-sufficienti (badanti e collaboratori familiari); cultura e tempo libero (abbonamenti a palestre, accesso a musei ecc.); previdenza integrativa (versamenti per fondi pensione aperti o chiusi); mutui e prestiti; fringe benefits (acquisti nella grande distribuzione, elaborazione 730, revisioni auto, carburante ecc.).

Il secondo servizio, l’assistenza sanitaria, è svolto in collaborazione con la start-up VisitamiApp, ed è pensato per rispondere al bisogno degli associati di ricevere supporto per le esigenze sanitarie abbattendo i tempi di attesa. Confartigianato offre alle famiglie la possibilità di accedere, attraverso una piattaforma digitale, a un network di oltre 400 medici e specialisti che operano in studi medici, ambulatori o a domicilio in diverse aree del Paese. L’accesso alle visite specialistiche avviene a costi contenuti grazie alle convenzioni stipulate dalle associazioni con i professionisti che aderiscono alla piattaforma.

Con il terzo servizio, l’assistenza domiciliare alle famiglie, si offre alle famiglie la possibilità di accedere a una rete di professionisti che coprono tutto il percorso d’inserimento di un assistente familiare all’interno del nucleo familiare: dall’individuazione della figura idonea fino agli adempimenti contrattuali di legge. Ciò che in sintesi caratterizza la proposta sono quattro elementi: l’accessibilità dei servizi (conoscenza, giusto prezzo, semplificazione); il valore aggiunto offerto attraverso le competenze di Confartigianato e dei partner selezionati; la garanzia di qualità e di standard codificati; la restituzione al territorio di una parte del valore generato a beneficio di chi ha più bisogno.
Fonte:
logoitalia oggi7