Interruzione della prescrizione per avvenuto riconoscimento del diritto

In tema di interruzione della prescrizione per avvenuto riconoscimento del diritto, occorre che il riconoscimento provenga dal soggetto che abbia la facoltà di disporre del diritto, e non già da un terzo, che non sia stato autorizzato dal primo a rendere tale riconoscimento: riconoscimento che deve essere univoco ed incompatibile con la volontà di negare il diritto stesso là dove il semplice invito a sottoporsi a visita medico-legale non presenta assolutamente la valenza che gli vorrebbe attribuire il ricorrente, costituendo una mera tappa della procedura di liquidazione che non è incompatibile con la volontà di avvalersi della causa estintiva del diritto vantato.

Cassazione civile sez. III, 26/06/2015 n. 13184