Rc auto, Romani rilancia l’avvio dell’Antifrode

di Anna Messia

 

Per il disegno di legge Antifrode sull’Rc auto, al vaglio del Senato, «ci sarà qualche modifica, ma auspico che l’iter dell’esame sia veloce per un successivo passaggio lampo alla Camera». Lo ha detto ieri il ministro dello Sviluppo, Paolo Romani, intervenuto a un convegno organizzato sull’argomento da Francesco Barbato (Idv), relatore del ddl alla Camera che ha approvato il provvedimento in sede legislativa. «È una norma attesa che non risolve il problema di concorrenza», ma una volta istituita l’agenzia antifrode si ridurrà, ne è convinto il ministro, il fenomeno delle frodi Rc auto. E le assicurazioni dovranno tenerne conto nelle tariffe. Il presidente dell’Ania, Fabio Cerchiai, ha chiesto invece un’alleanza di sistema per eliminare le distorsioni del mercato italiano della Rc auto. Mentre il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, ha puntato il dito contro gli incroci nei cda di società concorrenti, che frenano il mercato. (riproduzione riservata)