USA: gli utilizzatori di veicoli parzialmente automatizzati hanno ancora scarsa conoscenza del loro funzionamento

I conducenti che utilizzano sistemi avanzati di assistenza alla guida, come ad esempio il pilota automatico Tesla o il Super Cruise di General Motors, tendono a considerare i loro veicoli come completamente autonomi.

È quanto emerso da un sondaggo dell’Insurance Institute for Highway Safety (IIHS), un gruppo che spinge le case automobilistiche a rendere i veicoli più sicuri. In particolare, secondo quanto riferisce Reuters, il sondaggio ha rilevato che i conducenti di Super Cruise, Nissan/Infiniti (7201.T) ProPILOT Assist e Tesla Autopilot “hanno affermato di svolgere più spesso attività non legate alla guida, come mangiare o mandare sms, nelle fasi di utilizzo dei sistemi di automazione parziale, rispetto a quando guidano in maniera tradizionale, senza alcuna assistenza”.

Secondo lo studio IIHS, realizzato su un campione di 600 automobilisti statunitensi, il 53% dei proprietari di Super Cruise, il 42% di Autopilot e il 12% di ProPILOT Assist “afferma di sentirsi perfettamente a proprio agio nell’utilizzare i propri veicoli, erroneamente considerati come completamente autonomi”.

Circa il 40% degli utenti di Autopilot (il sistema di pilota automatico che permette di sterzare, frenare e accelerare senza l’intervento dell’uomo) e Super Cruise (accelera o frena il veicolo in maniera autonoma per mantenere la distanza selezionata rispetto al veicolo che precede, sterza per mantenere la posizione all’interno della corsia), due sistemi con funzionalità di blocco in caso di disattenzione, hanno riferito che durante la guida i sistemi si sono spenti e non si sarebbero riattivati.

Il messaggio generale che emerge dal sondaggio è che i primi utilizzatori di questi sistemi hanno ancora una scarsa comprensione del loro funzionamento e poca conoscenza dei limiti della tecnologia”, ha affermato il presidente di IIHS, David Harkey.

Lo studio arriva mentre la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) sta esaminando gli incidenti con il pilota automatico.

Dal 2016, l’NHTSA ha aperto 37 indagini su casi che hanno coinvolto 18 morti in incidenti stradali che hanno coinvolto veicoli Tesla e in cui si sospettava l’uso di sistemi come il pilota automatico.