Sfruttamento, scatta la confisca

È legittima la confisca, in forma diretta, delle somme di denaro che rappresentano il risparmio di spesa realizzato dagli amministratori della società indagati per il delitto di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (art. 603-bis, c.p.).
Il sequestro preventivo ai fini della confisca obbligatoria, infatti, può essere disposto anche nei confronti dei soggetti accusati di aver utilizzato e impiegato, in concorso tra loro, manodopera di diversi lavoratori, sottoponendoli a condizioni di sfruttamento con approfittamento del loro stato di bisogno.

In questi termini si è pronunciata la Corte di Cassazione (Quarta Sezione Penale), con la sentenza n. 29328/2022 (motivazioni depositate il 25/7/2022), che ha precisato come le somme di denaro in questione rappresentino direttamente il profitto dell’attività illecita punita ai sensi dell’art. 603-bis, codice penale.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati

Fonte:
logoitalia oggi7