Rassegna Stampa assicurativa 19 ottobre 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Tutti i clienti, non solo i nuovi ma anche quelli già esistenti, dovranno esprimere le proprie preferenze in tema di Esg, al più tardi entro il 2 agosto dell’anno prossimo. E lo stesso questionario dovrà essere presentato ai clienti che decidessero di sottoscrivere prodotti tramite robo-advisor. Chiarimenti che sono arrivati nei giorni scorsi dall’Esma che ha pubblicato il testo finale sugli Orientamenti per le modifiche Esg alla Mifid II in materia di adeguatezza e ha messo qualche punto fermo in un ambito che resta però ancora pieno di incertezze.
Nuova riunione del patto di consultazione l’8 novembre. Le fondazioni valutano di salire al 9,9% per superare l’Agricole e ottenere due membri in consiglio. L’incognita Tononi
È Egon Zehnder l’advisor scelto dal Banco Bpm per il processo di selezione delle 15 candidature che andranno a far parte della lista del consiglio uscente in vista del rinnovo del board ad aprile 2023. Lo ha comunicato ieri l’istituto guidato da Giuseppe Castagna al termine del cda che aveva all’ordine del giorno l’individuazione dell’head hunter in una rosa di nomi composta, secondo le indiscrezioni, anche da Spencer Stuart e Russell Reynolds. Mentre secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, non era invece in agenda dei consiglieri la scelta del partner assicurativo nelle polizze danni, per cui nei giorni scorsi in Piazza Meda sono arrivate le offerte vincolanti di Credit Agricole Italia e di Axa. Mentre non è ancora stata recapitata quella delle Assicurazioni Generali, che pure nei mesi scorsi aveva presentato una manifestazione di interesse non vincolante per la partnership bancassicurativa.
A settembre è proseguita la corsa dei prestiti a famiglie e imprese che, per il secondo mese consecutivo, registra un aumento superiore al 4% nonostante l’aumento dei tassi dopo i due rialzi effettuati dalla Bce. Il tasso di interesse sui mutui, come riporta MF-Dowjones, registra un lieve aumento portandosi sui livelli massimi dal giugno 2016, quando erano pari al 2,2%. Continua a rallentare la marcia dei depositi, mentre resta sotto controllo il volume delle nuove sofferenze che ad agosto segna solo un lieve aumento rispetto a luglio.
Mercato dell’auto in crescita a settembre 2022 in Europa, ma Stellantis frena. Nel mese le immatricolazioni nell’Ue sono aumentate del 9,6% a 787.870 unità, il secondo mese consecutivo di crescita quest’anno (+4,4% in agosto). Sommando all’Ue anche Uk e Paesi Efta (Associazione di libero scambio tra Svizzera, Islanda e Norvegia) le immatricolazioni sono salite del 7,9% a 1.049.926 unità (+3,4% in agosto). È quanto rileva l’associazione europea dei produttori di auto Acea, la quale avverte, tuttavia, che questo aumento è stato in gran parte determinato dalla bassa base di confronto di settembre 2021, quando la carenza di semiconduttori ha ostacolato la produzione di veicoli.

Rimangono stabili i ritardi di pagamento delle imprese (a settembre al 9,1%) mentre il boom della bolletta potrebbe pesare gli ultimi mesi dell’anno. Lo evidenza lo Studio Pagamenti di Cribis, società del gruppo CRIF specializzata nella business information, focalizzato sul terzo trimestre del 2022, che appare positivamente influenzato dalla tenuta delle filiere del settore dell’hospitality e intrattenimento e di quelli ad esso collegati
La siccità mette sotto pressione l’agricoltura mondiale. E potrebbe influire sulle forniture e sui prezzi delle materie prime agricole. Lo dice il report di S&P Global Ratings che analizza l’impatto della siccità sul settore agricolo globale.
Oltre 1,2 milioni di imprese, 200 miliardi di euro di fatturato e 1,5 milioni di addetti sull’intero territorio nazionale: questi i numeri dell’agrifood nazionale, sciorinati ieri in un report stilato da Prometeia per Unicredit. Si tratta di volumi non da poco per un settore considerato cardine dello sviluppo futuro del paese. Eppure, mai come oggi, questi numeri sono chiamati a reggere la sfida degli choc internazionali:

corsera

  • Nexi: balzano del 185% le transazioni via smartphone Il 90% da app
Balzano le transazioni con smartphone in negozio in Italia nei primi sei mesi dell’anno. L’aumento è del 185% pari a una crescita del 164% dei volumi, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. È quanto ha comunicato la PayTech Nexi che ha gestito il 76% del totale transazioni mobile in store nel nostro Paese. Il comparto si conferma quindi in costante crescita: secondo i dati diffusi oggi dall’Osservatorio Innovative payments della School of management del Politecnico di Milano, è aumentato complessivamente del 139%, rispetto ai primi sei mesi del 2021, raggiungendo un valore di 6 miliardi di euro. «Il 90% di questo importo — si legge in una nota —, è stato generato dagli acquisti effettuati con app come Google Pay, Samsung Pay e Apple Pay, che prevedono la virtualizzazione della carta nello smartphone».

  • Appalti della logistica ancora con responsabilità solidale del committente
  • I tassi sui mutui ai massimi dal 2016
In risalita i tassi sui nuovi mutui casa alle famiglie a settembre. Lo indica il rapporto mensile dell’Abi. I tassi per le nuove operazioni si sono attestati al 2,17% medio dal 2,07% di agosto: è il nuovo massimo da oltre sei anni. Il tasso medio per i nuovi prestiti alle imprese sale all’1,86% (1,45% in agosto) mentre il tasso medio complessivo cresce al 2,49% dal 2,32% in agosto. Gli impieghi delle banche a imprese e famiglie, segnale ‘spia’ dell’andamento dell’attività economica, si confermano d’altra parte in netta crescita a settembre. Il mese scorso, secondo i primi dati elaborati dall’Ufficio studi dell’Abi, gli impieghi a imprese e famiglie ammontavano a 1.356 miliardi con un incremento del 4,2% su base annua.