La gestione del rischio nelle piccole imprese

RISK MANAGEMENT

Autore: Gianluca Iulianello
ASSINEWS 335 – novembre 2021        

Imprenditorialità è sinonimo di rischio. Ogni azione imprenditoriale comporta immancabilmente dei rischi.
Ciò vale tanto per l’azienda ancora giovane che approda sul mercato con un nuovo prodotto, quanto per l’azienda già affermata che potenzia la sua produzione e la sua offerta di prestazioni nell’ambito di una fase di ampliamento. Usando una metafora potremmo paragonare l’atto di correre rischi a quello di saltare da un trampolino: l’importante è poter stabilire personalmente l’altezza da cui tuffarsi.

Qual è la strategia adatta? È la domanda più complessa a cui proverò a rispondere in queste righe. La gestione del rischio non riguarda affatto soltanto i gruppi industriali.
Essa rientra tra i principali compiti imprenditoriali anche in una piccola impresa.
Una gestione professionale e pianificata di rischi e opportunità è infatti un importante fattore di successo ai fini del raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Non sempre negli affari tutto va secondo i piani. Imprevisti quali l’improvvisa assenza di un collaboratore in una fase progettuale delicata, il guasto inatteso di una macchina utensile che non può più essere riparata o il mancato pagamento di una somma importante già preventivata possono mettere in pericolo la sopravvivenza di una piccola impresa.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati