CMA avvia un’indagine sull’acquisizione di Willis Re da parte di Arthur J.Gallagher

La Competition and Markets Authority (CMA) del Regno Unito sta indagando sulla prevista acquisizione di Willis Re da parte del broker Arthur J. Gallagher & Co (AIG).

Nello scorso mese di agosto AJG aveva reso noto di aver raggiunto un accordo per acquisire le attività riassicurative di Willis Towers Watson.

Inizialmente, AJG aveva accettato di rilevare l’intera Willis Re e alcune altre attività di Willis, rientranti nel pacchetto di dismissioni necessarie a Willis per superare i problemi di concorrenza e chiudere la fusione con Aon. Tuttavia, una volta fallita l’operazione con Aon a causa degli ostacoli sorti negli Stati Uniti, saltava anche l’accordo tra Willis e AJG.

Meno di un mese dopo AJG tornava alla carica e rinegoziava con Willis Towers Watson l’acquisizione della sola Willis Re per un corrispettivo lordo iniziale di 3,25 miliardi di dollari; una cifra che potrebbe aumentare di altri 750 milioni di dollari in base a determinati obiettivi legati al fatturato. L’operazione dovrebbe essere perfezionata entro la fine del primo trimestre 2022, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni regolamentari.

È su questa operazione che la CMA sta indagando. In una dichiarazione l’Authority inglese informa che sta valutando se la transazione possa essere rilevante ai fini antitrust, ai sensi delle disposizioni sulla fusione dell’Enterprise Act 2002 e, in caso affermativo, “se l’operazione possa tradursi in una sostanziale diminuzione della concorrenza all’interno di qualsiasi mercato o mercati nel Regno Unito per beni o servizi”.

La prima fase dell’istruttoria si chiuderà entro il 29 novembre.

Willis Re