Claims made e termine per la denuncia di sinistro un problema giuridico o di adeguatezza contrattuale?

RESPONSABILITÀ CIVILE

Autore: Elio Marchetti
ASSINEWS 335 – novembre 2021

Nel numero 332 di questa rivista Marco Rossetti ha scritto un interessante articolo a commento di alcune recenti decisioni della Cassazione in tema di denuncia di sinistro nelle polizze Claims made, dalle quali emerge che le analisi dei giudici sono basate su soggettive interpretazioni dei principi di vessatorietà, meritevolezza e adeguatezza, tutti concetti astratti che richiedono sottili disquisizioni per motivare la decisione.

L’aspetto più interessante, sul piano operativo, delle sentenze recenti riguardava il termine per la denuncia di sinistro. In particolare, l’Ordinanza n. 88941, giudicava nullo il termine di 12 mesi dalla cessazione del contratto per denunciare il sinistro, richiamando il disposto dell’art. 2965 C.C.: “È nullo il patto con cui si stabiliscono termini di decadenza che rendono eccessivamente difficile a una delle parti l’esercizio del diritto”.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata